Original qstring:  | /dl/rainews/TGR/articoli/Puntata-di-RegionEuropa-del-15-aprile-2018-d39415e2-01c8-4d2e-91a4-d68a828ccb78.html | rainews/live/ | (none)
[an error occurred while processing this directive]
Politica & Istituzioni

Puntata di RegionEuropa del 15 aprile 2018

Condividi

“Sono orgoglioso per i due premi ricevuti e penso che Italia e Spagna possano rappresentare un asse politico in Europa complementare a quello franco tedesco: una Unione a trazione Parigi-Berlino non mi convince e non mi piacciono le idee del Presidente francese Macron di Parlamento Europeo con meno poteri di quello attuale e di una Europa sostanzialmente a due velocità”: il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, ospite domenica 15 aprile di RegionEuropa, il settimanale europeo della Tgr in onda su Rai 3 dalle 11,30 a mezzogiorno ed in diretta streaming sul web al sito www.tgr.rai.it, commenta così il Premio Carlo V  e il Premio Forum Nuova Economia ricevuti a Madrid, dove ha tenuto un discorso sul futuro dell’Europa davanti alle Cortes, le Camere iberiche.

Intervistato da Dario Carella, il Presidente del Parlamento Europeo ribadisce, in vista del discorso che terrà Macron martedì prossimo a Strasburgo davanti agli eurodeputati riuniti in sessione plenaria, l’assoluta necessità che “la politica torni a contare, a fare proposte, ad essere vicina ai problemi dei cittadini, a riprendersi quello spazio di primazia che, in virtù del voto popolare, le spetta rispetto alle burocrazie e alle tecnocrazie, che hanno cercato di prevalere nei periodi in cui la politica si è ritratta dallo scenario sociale”: è la sfida centrale delle elezioni del prossimo anno e per questo afferma ancora Tajani “sono favorevole a che i partiti europei nelle loro declinazioni nazionali indichino il proprio candidato Presidente della prossima Commissione Europea, come già è avvenuto per questa legislatura”. Il Presidente dell’europarlamento, infine, rende noto nell’intervista che sta cercando di far recedere la multinazionale Embraco dal lasciare l’insediamento industriale piemontese di Chieri con il conseguente licenziamento dei lavoratori: “spero di poter raggiungere l’identico risultato di quando da Vice Presidente della Commissione Europea con delega all’industria, riuscii a salvare le acciaierie di Gijon nelle Asturie spagnole e d i posti di lavoro dei dipendenti”.

Il settimanale europeo della Tgr  propone quindi un reportage realizzato a Cremona da Stefano Lorelli che è entrato nel reparto di oncologia dell’ospedale di Cremona, dove è in atto un progetto unico in Europa, che si chiama QUA LA ZAMPA, che permette a pazienti sottoposti a terapie e cure molto pesanti di tenere con sé , in ospedale, il proprio amico o amica a quattro zampe, per una sorta di pet therapy che sta dando risultati molto positivi.

Da Cremona a Verona dove, nel giorno di apertura del Vinitaly, il più grande Salone mondiale del settore, in cui vengono ribaditi i primati italiani nel comparto e si mettono in mostra numerose eccellenze, il servizio di Antonio Silvestri riporta la preoccupazione delle cantine cooperative italiane, francesi e spagnole per le ripercussioni del cambiamento climatico sulla viticoltura.

In un incontro si è esaminato come reagire all’aumento delle temperature che modifica le aree tradizionali nelle quali si coltiva la vite. Intervengono il Presidente della società meteorologica italiana, Luca Mercalli, e la responsabile del comparto vino dell’Alleanza delle Cooperative, Ruenza Santandrea.

Nel notiziario da Bruxelles il servizio di Dario Carella sull’appoggio dei sindacati italiani alla piattaforma del Comitato delle Regioni Europee contro i tagli alle politiche di coesione per i territori locali in conseguenza della Brexit e, richiamando la recente campagna sociale della Tgr sulla prevenzione degli incidenti sul lavoro, l’intervista con Giulia Barbucci del Cesec, il Comitato Economico e Sociale Europo, che annunica che il Primo Maggio avrà quest’anno al centro in tutta Europa la lotta contro le morti bianche, con la manifestazione principale in Iatlia a Prato.

In conclusione di RegionEuropa, l’appuntamento con la rubrica “Opportunità Europa”: nello spazio con le segnalazioni di Europe Direct Umbria il bando di cooperazione territoriale “Adrion” sulla promozione del patrimonio naturale e culturale nell’area Adriatico Ionica, e un concorso per le idee imprenditoriali più innovative.

Archivio puntate   
Condividi