Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/29-anni-ex-studente-di-ingengneria-sudanese-britannico-Salih-Khater-attentatore-di-Westminster-c04350e7-507c-4158-920d-fcd0d373ac6d.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Gran Bretagna

29 anni, ex studente di ingegneria: attentatore di Westminster è il sudanese-britannico Salih Khater

Dal suo profilo Facebook si evince che era un fan di Celine Dion, Rihanna ed Eminem. Oltre a canzoni e video musicali, il terrorista di Westminster era solito postare su Facebook foto di moschee e deserti. Nel 2011 e' sparito per un periodo dal social media 

Condividi
Il l 29enne di Birmingham che ieri si e' lanciato con la sua auto contro passanti e ciclisti nel centro di Londra, finendo sulle barriere di Westminster, si chiama Salih Khater ed e' originario del Sudan. Lo scrive oggi il Daily Telegraph.

Ex studente di ingegneria elettronica all'universita' di Khartoum, Khater si era trasferito in Gran Bretagna cinque anni fa e aveva poi ottenuto la cittadinanza.

Dal suo profilo Facebook si evince che era un fan di Celine Dion, Rihanna ed Eminem. Oltre a canzoni e video musicali, il terrorista di Westminster era solito postare su Facebook foto di moschee e deserti. Nel 2011 e' sparito per un periodo dal social media dove sono rimasti i messaggi di amici che gli chiedevano se stesse bene. A novembre di quell'anno si e' rifatto vivo: "prometto che non spariro' piu' e che restero' vicino ai miei amici. mi scuso per quello che e' successo", scriveva Salih probabilmente riferendosi a quel periodo di buio.

Dopo quel post ha continuato a pubblicare solo foto di deserti, l'ultima lo scorso 17 luglio. quattro mesi fa aveva lasciato il suo appartamento sopra un internet caffe', nel quartiere di Sparkbrook, e si era trasferito nella zona di Hall Green. Ha continuato a frequentare il Bunna internet cafe fino al giorno prima dell'attentato e li' ieri la polizia britannica ha sequestrato un computer e altri oggetti.

Taciturno secondo i vicini, puntuale nel pagare l'affitto per il proprietario di casa, aveva perso il padre e il fratello nell'arco di pochi mesi. Per gli inquirenti e' partito da Birmingham nella notte ed e' arrivato a Londra un'ora e mezza prima di commettere l'attentato a Westminster. 

I testimoni: sembrava un atto intenzionale 
Secondo le prime ricostruzioni, alle 7.37 ora locale di ieri (le 8.37 italiane), l'auto ha imboccato una strada chiusa al traffico che porta alla zona protetta di Westminster, sede del Parlamento, e si è schiantata ad alta velocità contro le transenne, investendo alcuni pedoni e ciclisti.

"Penso che sia stato un atto intenzionale, l'auto viaggiava a gran velocità e dritta verso le barriere", ha raccontato alla Bbc, EwalinaOchab, una testimone oculare. "Stavo camminando sull'altro lato della strada, quando ho sentito un rumore e qualcuno gridare - ha riferito Ochab - mi sono girata e ho visto un'auto grigia che procedeva velocemente lungo le barriere, forse addirittura sul marciapiede". 



 Il bilancio è di tre persone ferite: due sono state portate in ospedale, si tratta di un uomo che in seguito è stato dimesso e di una donna che resta ricoverata per ferite gravi ma non è in pericolo di vita; un altro uomo è stato curato sul luogo del fatto e non è stato portato in ospedale. Lo ha fatto sapere la polizia di Londra, con una dichiarazione del commissario Neil Basu. 


L'area di Westminster e il centro di Londra sono state teatro in passato di diversi attacchi terroristici, alcuni compiuti proprio con la tecnica dell'auto lanciata contro obiettivi sensibili
Condividi