MONDO

Russia

A Donetsk sono arrivati volontari italiani per combattere le truppe di Kiev

Si tratta dei membri dell’organizzazione antifascista italiana “Millennium”, giunti a Donetsk per unirsi alle milizie paramilitari filorusse comandate dal sedicente “comandante in capo delle forze armate della Repubblica Popolare di Donetsk” Igor Strelkov

Condividi
I membri dell’organizzazione antifascista italiana “Millennium” sono giunti a Donetsk dove saranno inquadrati nelle milizie paramilitari filorusse comandate dal sedicente “comandante in capo delle forze armate della Repubblica Popolare di Donetsk” Igor Strelkov.

Ne dà la notizia il portale multimediale russo Lifenes.ru, citando la pagina di Facebook del “sindaco popolare” di Donetsk, Pavel Gubarev. Quest’ultimo afferma che gli italiani “hanno espresso la volontà di sostenere la Repubblica Popolare di Donetsk nella sua resistenza contro le autorità di Kiev che conducono le operazioni militari contro il proprio popolo nel Sud-Est dell’Ucraina”. Gli italiani saranno messi a disposizione del “comandante in capo” Igor Strelkov e intendono anche attivare un canale per la raccolta in Italia e l’invio a Donbass degli aiuti umanitari.

Il “sindaco popolare” di Donetsk Pavel Gubarev ha confermato inoltre la presenza dei volontari russi e polacchi in diverse formazioni militari dei separatisti. Sempre secondo Gubarev, in breve i separatisti intendono costituire delle vere e proprie formazioni militari, una sorta di brigate internazionali composte da volontari stranieri, con la partecipazione di italiani, spagnoli, francesi e canadesi.
Condividi