Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Accoltella-3-persone-a-Melbourne-un-morto-e-2-feriti.-Terrorista-colpito-muore-in-ospedale-7ff6ef45-3ac7-408c-9e1a-7a93ff2ffc39.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Australia

Accoltella 3 persone a Melbourne, un morto e 2 feriti. Terrorista colpito muore in ospedale

L'aggressore sarebbe un somalo noto ai servizi segreti. L'Isis rivendica

Condividi
Una persona è stata accoltellata a morte e altre due sono rimaste ferite a Melbourne, in Australia, da un uomo che ha poi cercato di aggredire un poliziotto ma è stato colpito da un proiettile sparato da un agente: ferito gravemente, è poi morto in ospedale.

Prima dell'attacco l'uomo ha lanciato il suo pick up contro un centro commerciale della città e ha dato fuoco al veicolo. Si indaga per terrorismo, sebbene in un primo tempo questa pista fosse stata ritenuta improbabile.

I media locali hanno diffuso le immagini che mostrano un uomo robusto che cercava di colpire con un coltello alcuni poliziotti, intervenuti per il veicolo in fiamme. I soccorritori hanno dichiarato di aver "trattato sul posto tre feriti, di cui uno in uno stato critico", poi deceduto. 

Indaga l'antiterrorismo
La polizia australiana sta indagando l'aggressione come un atto di terrorismo. Lo ha reso noto il commissario capo di Victoria, Graham Ashton, aggiungendo che il sospetto era già noto alle agenzie di intelligence. Secondo la polizia, infatti, l'uomo era originario della Somalia e viveva da decenni in Australia. Le indagini sono coordinate dall'antiterrorismo.

Testimone: aggressore gridava Allahu Akbar 
L'aggressore di Melbourne gridava "Allahu Akbar" (Dio è il più grande): lo ha reso noto un testimone oculare, secondo quanto scrive il Daily Mail. L'uomo, riporta inoltre il tabloid britannico, era un terrorista e avrebbe avuto legami con gruppi estremisti nordafricani. 

L'Isis rivendica 
L'Isis, tramite la sua agenzia Amaq, ha rivendicato l'attacco di oggi a Melbourne, in Australia. L'accoltellatore, secondo l'agenzia, era uno dei "combattenti" dello Stato islamico.
Condividi