Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Addio-a-Moira-Orfei-la-signora-del-circo-8846f5df-a467-4fe3-8ab0-c717cc2fcdf8.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Brescia

Addio a Moira Orfei, la signora del circo

L'attrice e circense aveva 83 anni

Condividi
Moira Orfei è morta nella notte a Brescia. La regina del circo avrebbe compiuto 84 anni il 21 dicembre.  E' stata trovata questa mattina nella sua casa mobile dai familiari. Aveva proseguito quella che era la tradizione di famiglia, diventando il simbolo stesso dell'attività circense in Italia. Cavallerizza, trapezista, acrobata, domatrice di elefanti e addestratrice di colombe, Moira Orfei aveva fondato il suo circo nel 1960, portandolo in giro per il mondo. Unica la sua immagine, sempre curata: trucco con occhi cerchiati dall'eyeliner, rossetto brillante, un neo accentuato sopra il labbro, capelli raccolti a mo' di turbante. 

Un volto che le permise di essere protagonista anche al cinema, arrivando ad interpretare molti film soprattutto negli anni '60, con registi impegnati come Pietro Germi, che la volle in 'Signore & signori', o in commedie come 'Vacanze di Natale '90'. Note anche le sue interpretazioni in 'Casanova '70', accanto a Marcello Mastroianni, 'Totò e Cleopatra' e 'Il monaco di Monza' a fianco del celebre comico napoletano, 'Straziami, ma di baci saziami' con Nino Manfredi e 'Profumo di donna' con l'eclettico Vittorio Gassman, entrambi di Dino Risi. La sua ultima apparizione sul grande schermo è del 2003 quando interpreta brevemente se stessa nel film 'Natale in India'.

Il 4 agosto 2006 Moira Orfei era stata colta da un ictus cerebrale durante uno spettacolo ma dopo una lunga convalescenza l'artista era tornata in pista in occasione dello show natalizio al "Magic world" nel dicembre 2007.

Franceschini: un giorno triste
"È un giorno triste per il mondo del circo. Con Moira Orfei scompare una delle principali protagoniste dell'arte circense internazionale che, nel corso della sua ricca carriera, ha saputo divertire e stupire intere generazioni". Così il ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini.
Condividi