Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Addio-dieta-mediterranea-c216bd18-dceb-4050-92c1-ba4d4493ab65.html | rainews/live/ | true
FOOD

In controtendenza solo il vino, +3%

Dieta mediterranea addio: in calo il consumo di pasta, pesce e verdura fresca

L'analisi Coldiretti sugli acquisti delle famiglie italiane nel primo bimestre dell'anno. Cambia anche il livello qualitativo degli alimenti scelti

Condividi
Addio dieta mediterranea. Con la crisi crolla la spesa degli italiani per la tavola: a scendere è soprattutto il consumo di pasta (-5%), olio extravergine (-4), pesce (-7) e verdura fresca (-4). È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sugli acquisti delle famiglie italiane nel primo bimestre dell'anno rispetto allo stesso periodo nel 2013. In controtendenza solo il consumo di vino.

A cambiare - continua la Coldiretti - è in realtà anche il livello qualitativo degli alimenti acquistati con una tendenza a preferire i cibi a basso prezzo che non sempre offrono le stesse garanzie di qualità. Una conferma viene dal fatto che le vendite dei cibi low cost nei discount alimentari sono le uniche a far segnare un aumento consistente nel commercio al dettaglio in Italia con un +2,9 per cento nel bimestre 2014 secondo l'Istat. 

In controtendenza solo il vino
I prodotti base della dieta mediterranea - sottolinea la Coldiretti - sono quelli che hanno maggiormente subito il taglio della spesa alimentare che in media è stato pari al 2 per cento e non ha risparmiato nessun prodotto della tavola. In controtendenza solo il vino, che registra un aumento della spesa del 3 per cento a fronte però di un calo nel numero di bottiglie acquistate per effetto della tendenza degli italiani a bere meno ma meglio.

Spending review del carrello
La "spending review del carrello" potrebbe avere pesanti conseguenze anche sulla salute. Pane, pasta, pesce, frutta, verdura, extravergine e il tradizionale bicchiere di vino consumati a tavola in pasti regolari si sono dimostrati un elisir di lunga vita per gli italiani. Secondo l'ultimo censimento della popolazione elaborato dall'Istat gli italiani sono tra i più longevi del mondo con una vita media che ha raggiunto i 79,4 anni per gli uomini e a 84,5 per le donne. 

Consumo di frutta e verdura al minimo
Ma il futuro è preoccupante con gli acquisti di frutta e verdura che per esempio nel 2013 sono crollati al minimo da inizio secolo con le famiglie costrette a rinunciare ad oltre 100 chili di ortofrutta. Contro ogni avvertimento dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che consiglia invece di mangiare più volte al giorno frutta e verdure fresche per almeno 400 grammi a persona.

 
Condividi