Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Aereo-caduto-in-Sinai-inquirenti-Gran-Bretagna-Bomba-nella-stiva-66f7a53c-b21a-4f97-b4f0-1622ab955af3.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Le indagini

Aereo caduto in Sinai, inquirenti Gran Bretagna: "Bomba nella stiva"

Prende sempre più corpo la pista del terrorismo, inquirenti britannici: "Esplosione dovuta ad un ordigno piazzato nella stiva". Obama: "Possibile che sia stata una bomba". Autorità egiziane sospendono i voli di EasyJet per riportare in patria i turisti 

Condividi
L'aereo russo è esploso a causa di una bomba che si trovava nella stiva del velivolo. Questa l'ipotesi invetigativa, riportata dalla Bbc online, degli inquirenti britannici che indagano sul disastro aereo nei cieli del Sinai. Prende sempre più corpo dunque l'ipotesi di una bomba sul volo della Metrojet.
Le intelligence statunitense e britannica sono state le prime a parlare di una valigia-bomba. "È più probabile che sia stata una bomba piuttosto che no" la dichiarazione del premier Cameron. Una linea supportata dal presidente Obama, "Credo ci sia la possibilità di una bomba a bordo dell'aereo precipitato nel Sinai e la stiamo valutando seriamente". 

Cremlino: "Solo una congettura"
Il Cremlino frena e ribadisce: "la possibilità di una bomba a bordo dell'aereo precipitato ipotizzata da Barack Obama e dalla Gran Bretagna è solo una delle supposizioni". Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, che ha aggiunto: "si sta conducendo un'inchiesta durante la quale non si esclude a priori nessuna ipotesi.

Scatola nera
Intanto continuano le indagini. Dall'analisi della prima scatola nera, quella che registra i parametri di volo, non emergerebbero - al momento - elementi che spieghino le cause del più grave disastro aereo della storia russa. Lo scrive il quotidiano Kommersant che cita fonti "vicine alle indagini". Stando al giornale russo, il registratore dei parametri di volo ha mostrato che nel corso del volo (durato poco più di 20 minuti) tutti i sistemi dell'Airbus funzionavano correttamente. Secondo quanto spiegato dalle fonti, siè verificato un qualche evento dopo il quale la registrazione di tutti i parametri di volo si è interrotta simultaneamente.

Migliaia di turisti bloccati a Sharm
Migliaia intanto i turisti bloccati a Sharm. Le compagnie aree britanniche hanno cominciato a riportare in patria i turisti del Regno bloccati, i passeggeri possono portare a bordo solo il bagaglio a mano. Tutti gli altri bagagli saranno trasportati separatamente. Le autorità egiziane hanno però sospeso i piani della compagnia aerea EasyJet per riportare in patria i turisti bloccati a Sharm el-Sheik: lo ha reso noto la stessa società. 
Condividi