Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Aggressioni-con-acido-Alex-sono-lontano-anni-luce-da-reati-Mi-dichiaro-innocente-85aa223d-8318-4c73-b0a1-57c5e78cc678.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Aggressioni con acido, Alexander Boettcher: "Sono lontano anni luce da reati, mi dichiaro innocente"

Alexander Boettcher
Condividi
"Mi dichiaro innocente. Posso anche avere qualche responsabilità ma sono lontano anni luce dai reati che sono stati commessi. Mi dissocio". Così Alexander Boettcher, il broker tedesco già condannato a 14 anni per l'aggressione con l'acido a Pietro Barbini e ora sotto processo per altri due agguati analoghi, ha proclamato la sua innocenza e respinto le accuse.

Il giovane, in particolare, ha negato di aver partecipato all'aggressione contro Barbini, sfregiato con l'acido il 28 dicembre 2014 in via Giulio Carcano, periferia sud di Milano, assicurando di non aver mai inseguito la sua vittima per colpirlo con una mazzetta: "Non ho mai toccato nessun martello. C'era una mazzetta lì, per terra, ma io non l'ho mai presa".

Poi la sua ricostruzione dell'aggressione: "Sono arrivato in via Carcano con la mia macchina e aspettavo Martina, ho sentito qualcuno urlare e ho visto un ragazzo che correva senza maglietta e che mi ha atterrato con una mossa di arte marziale". Quel pomeriggio in via Carcano, ha proseguito Alex, "c'erano il padre di Barbini e una terza persona che non ho mai più visto e che mi ha colpito con il martello alla spalla".

In aula anche Lucia Annibali
Lucia Annibali, l'avvocatessa per la cui aggressione con l'acido è stato condannato l'ex fidanzato, sta assistendo al processo in cui è imputato Alexander Boettcher. La donna è tra il pubblico. Per l'aggressione a Lucia Annibali, è stato condannato in secondo grado a 20 anni di carcere, l'ex compagno Luca Varani che avrebbe incaricato due albanesi di scagliare la sostanza contro la donna. 
Condividi