Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Al-via-Ethnos-festival-internazionale-di-musica-etnica-bb3022f3-60e2-4aa7-9ff8-06221cb8c25b.html | rainews/live/ | (none)
SPETTACOLO

La 23a edizione

Al via 'Ethnos', festival internazionale di musica etnica

Dal 20 settembre al 2 ottobre in 6 comuni della provincia di Napoli, dal Vesuvio alla costa flegrea il festival internazionale di musica etnica

Arsène Duevi con il trombettista Giovanni Falzone
Condividi
Dal 20 settembre al 2 ottobre in 6 comuni della provincia di Napoli, dal Vesuvio alla costa flegrea, si terrà la 23a edizione di 'Ethnos', festival internazionale di musica etnica.

L'evento è finanziato dalla Regione Campnia e accoglie musicisti, artisti e danzatori da molti paesi del mondo, in particolare dall'Africa. Si inizia con il trio composto da Omar Sosa (Cuba), Seckou Keita (Senegal) e Gustavo Ovalles (Venezuela) giovedì prossimo a Villa Vannucchi a San Giorgio a Cremano.
 
Tra gli ospiti in cartellone: il quartetto del cantante, polistrumentista e sciamano musicale Arsène Duevi con ospite il trombettista Giovanni Falzone (21/9 a Trecase), il gruppo di ballerini folcloristici mediorientali Watan Dabke Group e il concerto folk di Taraf de Funicular (22/9 a Volla), il cantautore parigino Sandro Joyeux e l’ironico folk al femminile della Banda della Ricetta (23/9 a Volla), l’ensemble Arenaria diretto da Mario Crispi (24/9 a Casandrino), il progetto Caracas di Stefano Saletti e Valerio Corzani (25/9 a San Giorgio a Cremano), il sound rai algerino di Sofiane Saidi & Mazalda (26/9 a Torre Annunziata), l'incontro poetico fra kora, archi e strumenti persiani di Ablaye Cissoko con l'Ensemble Costantinople (27/9 a Torre Annunziata). E ancora, lo spettacolo dello scrittore e poeta Erri De Luca con il Canzoniere Grecanico Salentino (28/9 a San Giorgio a Cremano), la fusione del jazz con la musica Gnawa dei Gabacho Maroc (29/9 a Bacoli), il festoso concerto della capoverdiana Elida Almeida tra batuque, funaná, coladera e tabanka, per la chiusura del festival il 2 ottobre a San Giorgio a Cremano.

Il 25 settembre ci sarà Ndileka Mandela, attivista sudafricana per i diritti delle donne e nipote di Nelson Mandela,  che ritirerà il premio Ethnos. A Mandela e Miriam Makeba è anche dedicato lo spettacolo "Le voci di un sogno" che vedrà in scena attori italiani e immigrati.

L’evento, ideato da La Bazzarra e organizzato dal Comune di San Giorgio a Cremano, è finanziato dall’Assessorato allo sviluppo e alla promozione del turismo della Regione Campania, con il partenariato dei comuni di Bacoli, Casandrino, Torre Annunziata, Trecase e Volla.
Condividi