Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Al-via-il-processo-impeachment-contro-Trump-al-Senato-Stop-Repubblicani-a-nuove-prove-Dem-insabbiamento-67c77104-c109-4ebe-99a0-a54af2464e38.html | rainews/live/ | true
MONDO

Usa

Al via il processo d'impeachment al Senato. Stop Repubblicani a nuove prove. Dem: "È insabbiamento"

Processo impeachment al Senato (Senate Television via AP)
Condividi
È cominciata al Senato americano la prima udienza del processo d'impeachment contro il presidente Donald Trump, il terzo nella storia. Tra dem e repubblicani è già scontro frontale. I repubblicani bocciano le prime richieste dei democratici, compresa quella di far testimoniare il capo dello staff della Casa Bianca, Mick Mulvaney. Una controversa mozione presentata dal leader della maggioranza repubblicana al Senato Mitch McConnell mira ad un processo rapido, come auspicato da Trump, e possibilmente senza nuovi testimoni e documenti.

All'inizio i repubblicani hanno bloccato la richiesta dei democratici di introdurre nuove prove nel processo. La mozione per mettere al voto gli emendamenti proposti dal leader dem al Senato Chuck Schumer, finalizzati a citare testimoni e acquisire documenti, è stata bocciata dai 53 senatori del Grand Old Party. A favore i 47 senatori dem, che però avevano bisogno di 51 voti. 

Successivamente la maggioranza repubblicana al Senato Usa ha bocciato due emendamenti che prevedevano l'acquisizione in aula di alcuni documenti del Dipartimento di stato e dell'ufficio del bilancio della Casa Bianca. Questi ultimi relativi alla decisione di congelare gli aiuti militari all'Ucraina. 

La maggioranza repubblicana al Senato ha poi bocciato l'emendamento presentato dai democratici che chiedevano la testimonianza del capo dello staff della Casa Bianca, Mick Mulvaney. Nell'ottobre scorso Mulvaney aveva ammesso che il tycoon aveva deciso di bloccare gli aiuti militari all'Ucraina per fare pressioni su Kiev. Pressioni per avviare un'indagine su Joe Biden, il figlio Hunter e i democratici. Mulvaney poi ritrattò le sue dichiarazioni.
Condividi