Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Alle-fine-Mugabe-getta-la-spugna-il-presidente-dello-Zimbabwe-si-dimesso-20746a99-009c-4a22-8387-ca05614566d1.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Lettera al Parlamento

Alle fine Mugabe getta la spugna: il presidente dello Zimbabwe si è dimesso

Mugabe ha resistito per una settimana dopo la presa del potere da parte dei militari. Ma di fronte alla pressione popolare e agli appelli a dimettersi, sette giorni dopo l'incruento colpo di Stato, ha lasciato dopo 37 anni al potere

Condividi
Dopo un lungo braccio di ferro e qualche colpo di scena, il presidente dello Zimbabwe, Robert Mugabe, ha rassegnato le dimissioni con una lettera inviata al Parlamento. Lo ha annunciato il presidente dell'Assemblea, Jacob Mudenda.

Il Parlamento era riunito ad Harare proprio per avviare una procedura di impeachment nei confronti del capo di Stato, sfiduciato dal suo partito Zanu-Pf e abbandonato dai militari che lo avevano sostenuto nei suoi lunghi 37 anni al potere.

L'avvio dell'impeachment
Stamane, il partito di governo Zanu-Pf aveva avviato la procedura di impeachment nei confronti del leader 93enne, dopo che lunedì era passata la scadenza indicata dai deputati senza che il capo di Stato annunciasse l'atteso passo indietro. 

La fine di un'era
Mugabe ha resistito per una settimana dopo la presa del potere da parte dei militari. Ma di fronte alla pressione popolare e agli appelli a dimettersi, sette giorni dopo l'incruento colpo di Stato, ha lasciato l'incarico.  "Io, Robert Gabriel Mugabe, in base alla sezione 96 della Costituzione dello Zimbabwe, presento formalmente le mie dimissioni, con effetto immediato, per permettere una più agevole transizione di potere", recita la missiva, letta in Parlamento da Mudenda, tra gli applausi dei deputati. 

Fatale l'appoggio alla moglie Grace per la successione 
Eroe della lotta contro il regime razzista dell'allora Rhodesia del Sud, negli ultimi anni Mugabe è stato accusato da più parti di gestire il potere in modo autoritario. L'intervento dell'esercito la settimana scorsa e la procedura di impeachment sarebbero stati conseguenza del sostegno del presidente all'ascesa politica della "first lady" Grace, 52 anni, indicata da più parti come suo possibile successore. 

Festa nelle strade dopo le dimissioni 
La folla esulta nelle strade di Harare, capitale dello Zimbabwe, dopo l'annuncio delle dimissioni del presidente. La città è esplosa in cori di giubilo, accompagnati da gente che canta, balla, mentre nelle auto in molti suonano i clacson. Lo scorso fine settimana sempre ad Harare si era svolta una imponente manifestazione per chiedere le dimissioni dell'anziano leader.
Condividi