Original qstring: print | /dl/rainews/articoli/Allegri-Ronaldo-salto-di-qualita-per-tutti-Ma-a-Melfi-Usb-proclama-uno-sciopero-d1206929-20e2-4627-9cf2-460aa9d4a409.html | rainews/live/ | (none)
Rai News
SPORT

CR7 alla Juventus

Allegri: "Ronaldo salto di qualità per tutti". Ma a Melfi il sindacato Usb proclama uno sciopero

Il Codacons: "Il contratto di Ronaldo è immorale e vergognoso"

"Cristiano Ronaldo credo sia un acquisto importantissimo e un salto di qualità da parte di tutti, della società e di tutto l'ambiente. Quando inizieremo il 30 e arriveranno tutti, avremo un'annata davanti a noi importante come tutte le altre dove ci sarà da centrare gli obiettivi". Così l'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, a margine di un evento al Parlamento Ue. "Per me tutti gli anni comincia un nuovo ciclo" perché la Juventus negli ultimi quattro anni è cambiata molto. Quest'anno ha fatto un mercato importante".

"So che è molto contento, è un grande professionista, è un valore importante per una squadra che ha già fatto grandissimi cose, ma soprattutto per il calcio italiano", ha aggiunto Allegri durante la conferenza stampa al Parlamento europeo sul nuovo acquisto della squadra torinese, Cristiano Ronaldo. "La Juventus ha grandi professionisti e lui sicuramente è un valore aggiunto", ha proseguito l'allenatore. "L'obiettivo di vincere la Champions League c'è sempre stato, e sicuramente l'acquisto di Ronaldo ci dà ancora più consapevolezza per raggiungerlo". 

Usb per protesta proclama uno sciopero a Melfi
Ma non tutti sono convinti che CR7 sia un valore aggiunto. L'Unione Sindacale di Base (Usb) ha proclamato uno sciopero dalle 22 di domenica sera alle 6 di martedì a Melfi per protestare contro l'acquisto di Cristiano Ronaldo da parte della Juventus. "Di fronte a tanta iniquità non si può che scioperare", si legge in un volantino della Usb. "E' inaccettabile che l'azienda, mentre continua a chiedere ai lavoratori di Fca e Cnh Industrial enormi sacrifici a livello economico, decida di spendere centinaia di milioni di euro per l'acquisto di un calciatore. Ci viene detto che il momento è difficile e bisogna ricorrere agli ammortizzatori sociali in attesa del lancio di nuovi modelli che non arrivano mai. E mentre gli operai e le loro famiglie stringono sempre più la cinghia, la proprietà decide di investire su un'unica risorsa umana tantissimi soldi. E' giusto tutto questo? E' normale che una sola persona guadagni milioni e migliaia di famiglie non arrivino alla metà del mese". L'Usb aggiunge che "la proprietà dovrebbe investire in modelli auto che garantiscano il futuro di migliaia di persone piuttosto che arricchirne uno soltanto. Ciò non avviene perché si preferisce il mondo del gioco e del divertimento a tutto il resto". 

Codacons: contratto Ronaldo immorale e vergognoso 
"Un contratto immorale e vergognoso per un paese civile". Così il Codacons critica senza mezzi termini il passaggio di Cristiano Ronaldo dal Real Madrid alla Juventus. “Si tratta di una delle operazioni calcistiche più costose di sempre – spiega il presidente Carlo Rienzi – 105 milioni di euro pagati dalla Juve per il trasferimento del giocatore, più uno stipendio pari a 31 milioni di euro netti a stagione, della durata di 4 anni. Numeri record che si scontrano con la realtà vissuta da milioni di italiani, sempre più in difficoltà economiche, con le famiglie che non riescono a pagare mutui e bollette e arrivare alla fine del mese, come testimoniato dall’Istat. L’Istituto di statistica ha infatti registrato un abnorme incremento dei cittadini in condizione di povertà assoluta, il cui numero sale a oltre 5 milioni di individui nell’ultimo anno, il dato più alto mai registrato nel nostro paese”. "Non mettiamo in dubbio le doti e il valore del giocatore, ma il mondo del calcio è oramai fuori controllo e ha portato i compensi e le operazioni di acquisto dei calciatori a livelli astronomici, tali da mettere a rischio i bilanci delle società – prosegue Rienzi – Per tale motivo crediamo che la magistratura debba verificare la correttezza dell’operazione Ronaldo, accertandone la sostenibilità ai fini del bilancio della Juventus".