Original qstring: refresh_ce | /dl/rainews/articoli/Amministrative-Roma-Milano-Torino-Napoli-Bologna-6fc8c9db-9ee9-4412-b44a-b73332133fa6.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Amministrative

Al via la corsa per la poltrona di sindaco delle grandi città

Presentate le liste dei candidati. Si voterà in oltre mille comuni il 5 giugno con eventuale ballottaggio il 19.

Immagine di repertorio
Condividi
Nuovo, doppio appuntamento con le urne per milioni di italiani. Domenica 5 giugno in oltre 1300 comuni si voterà per l'elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali e per l'elezione dei consigli circoscrizionali. L'eventuale turno di ballottaggio si svolgerà due settimane più tardi, domenica 19. Le elezioni riguardano i comuni i cui organi elettivi scadono nel primo semestre dell'anno in corso, e quelli che devono essere rinnovati per motivi diversi dalla scadenza, purché le condizioni che hanno reso necessario il rinnovo si siano verificate entro il 24 febbraio 2016. Nelle stesse date si svolgeranno, rispettivamente, il turno ordinario e l'eventuale turno di ballottaggio anche in alcuni comuni delle regioni autonome Friuli-Venezia Giulia, Sardegna e Sicilia.

La tornata elettorale riguarda le quattro maggiori città italiane, Roma, Milano, Napoli e Torino e altri capoluoghi come Benevento, Bologna, Brindisi, Cagliari, Carbonia, Caserta, Cosenza, Crotone, Grosseto, Isernia, Latina, Novara, Olbia, Pordenone, Ravenna, Rimini, Salerno, Savona, Trieste, Varese e Villacidro. Queste le sfide nei comuni più grandi:

Scatta la corsa al Campidoglio, 16 candidati sindaci e 37 liste
In tutto i candidati sindaco di Roma sono 16 e le liste per le comunali 37. E' quanto si apprende dagli uffici elettorali del Comune che alle 12 hanno chiuso la presentazione delle liste. Oltre ai cinque 'big' Virginia Raggi (M5s), Roberto Giachetti (Pd), il civico Alfio Marchini (appoggiato da Fi), Giorgia Meloni (Fdi-Lega) e Stefano Fassina (Si-Sel), hanno presentato la loro candidatura  a sindaco Alessandro Mustillo del Partito comunista, Simone Di Stefano per Casapound, il giornalista e blogger Mario Adinolfi, supportato dal Movimento del Popolo della Famiglia, Carlo Rienzi, presidente del Codacons, e Alfredo Iorio del Movimento Sociale. E poi ancora Dario Di Francesco, imprenditore nel settore turismo, sostenuto da cinque liste civiche; Michel Emi Maritato, candidato per la Lista civica Assotutela; Fabrizio Verduchi per Italia Cristiana; Carlo Priolo; Enrico Fiorentini sostenuto dal Movimento Politico Libertas e Carla Corsetti di 'Democrazia Atea', che ha volutamente presentato una documentazione incompleta, senza le sottoscrizioni, in segno di protesta "per un sistema di presentazione delle candidature" ritenuto "obsoleto".

Milano: si presentano 9 candidati sindaco, le liste sono 17
I candidati alla successione di Giuliano Pisapia a Palazzo Marino per i tre principali schieramenti sono Stefano Parisi per il centrodestra, Giuseppe Sala per il centrosinistra e Gianluca Corrado per il M5S. Gli altri sei sfidanti sono Marco Cappato (Radicali), Nicolò Mardegan (Noi per Milano - Mardegan sindaco), Natale Azzaretto (Partito comunista dei lavoratori), Luigi Santambrogio (Alternativa municipale), Basilio Rizzo (Milano in Comune) e Maria Teresa Baldini (Fuxia People).

A sostegno di Parisi ci sono Forza Italia (capolista Mariastella Gelmini), Lega Nord (Matteo Salvini), Milano Popolare (Maurizio Lupi), Fratelli d'Italia (Riccardo De Corato), lista civica Parisi Io Corro per Milano (Gabriele Albertini), Pensionati (Carlo Fatuzzo). Le liste per Sala sindaco sono invece Pd (Pierfrancesco Majorino), Beppe Sala sindaco - Noi, Milano. (Fiorenzo Galli), Italia dei Valori (Ivan Rota), Sinistra per Milano (Daria Colombo). Patrizia Bedori è la capolista del M5S. Gli altri capilista sono Lorenzo Lipparini (Radicali), Paola Bonzi (Noi per Milano - Mardegan sindaco), Luca Prini (Partito comunista dei lavoratori), Felice Carlo Besostri (Alternativa municipale), Ottavia Albanese (Milano in Comune), Andrea Maria Ancona (Fuxia People). 

A Napoli in lizza undici candidati a sindaco
Sono undici i candidati in corsa per la carica di sindaco di Napoli. Il sindaco uscente Luigi de Magistris è appoggiato da 15 liste liste tra le quali spiccano le civiche "Dema", "De Magistris sindaco", "Bene comune per de Magistris"e "La Città", e quelle più politiche tra cui "A Sinistra", con esponenti di Sel, Rifondazione Comunista e del movimento "Possibile" di Pippo Civati, Verdi e Idv. La candidato sindaco del Pd, Valeria Valente, già assessore della giunta Iervolino, ha il sostegno anche di "Napoli Popolare" del Ncd, Psi, Pri-Pli, Centro democratico, Udc, Moderati con Valente, i verdiniani di Ala e le civiche Napoli Vale e Cittadini per Napoli. Appoggiato da Forza Italia e da altre 12 liste, molte di natura civica, a riprovarci, dopo 5 anni, è Gianni LettieriMatteo Brambilla è il candidato dei 5 Stelle. Una sola lista a suo sostegno.

Il parlamentare Marcello Taglialatela, esponente di Fratelli d'Italia, corre con il sostegno anche di una civica. In solitaria Raffaele Bruno, segretario nazionale del Movimento idea sociale. Candidata per il Partito comunista italiano di Marco Rizzo è Nunzia Amura. Espressione del movimento di Mario Adinolfi, il 'Popolo della Famiglia' è Luigi Mercogliano. E ancora: si è candidato a sindaco Domenico Esposito con la lista Qualità della vita per Napoli. Martina Alboreto per Fratelli del popolo italiano e infine Paolo Prudente per il Partito Comunista dei Lavoratori.

A Torino con Fassino in corsa altri 17
Sedici ore per essere in corsa per la guida di Torino, una corsa che si preannuncia decisamente affollata. La due giorni delle candidature si è aperta ieri con la Lista Basta! a sostegno di Anna Battista che si è conquistata la prima posizione con presidi giorno e notte davanti all'anagrafe. Dopo un gruppo di liste che fanno capo a Renzo Rabellino e che schierano Gianluca Noccetti per la poltrona di sindaco (No Euro Lista del Grillo, Lega Padana, Lista 4 Zampe, Forza Toro, Comitato Disoccupati Esodati e Automobi-Lista), è stata la volta della prima delle 4 liste che sostengono Piero Fassino, i Moderati per Fassino. Il candidato del centrosinistra è appoggiato anche da Pd, Progetto Torino Sinistra per la Città e Lista Civica per Fassino.

A completare l'elenco delle 38 liste, con relativi candidati sindaco, Movimento 5 Stelle (Chiara Appendino), Forza Italia, Un Sogno per Torino e Salviamo l'Oftalmico Insieme (Osvaldo Napoli), Lista Morano Sindaco, Lega Nord e Fratelli d'Italia (Alberto Morano), Roberto Rosso Sindaco, Unione Pensionati, Udc Area Popolare, Moderati in Rivoluzione, Pli, Alleanza Democratica (Roberto Rosso), Torino in Comune, Ambiente per Torino e Pensionati Invalidi Giovani Insieme (Giorgio Airaudo), Marco Rizzo (Partito Comunista), Alessio Ariotto (Partito Comunista dei Lavoratori), Mario Cornelio Levi (Idv), Marco Racca (Casapound), Vito Colucci (Il Popolo della Famiglia), Roberto Salerno (Msi), Pier Carlo Devoti (La Piazza), Lorenzo Varaldo (Abrogazione), Guglielmo del Pero (SiAmo Torino) e Roberto Usseglio (Fn). Già annunciato il ricorso i pentastellati contro la Lista del Grillo mentre il Ppa si è presentato polemicamente con una lista, non depositata, per la 'candidata' Firmina Falsa vedova Farlocca.
Condividi