Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Amministrative-Salerno-Eletti-al-primo-turno-940b788c-43d9-48f2-b1cf-d74b5fd5fefa.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Dopo il voto

Amministrative: a Salerno effetto De Luca, Enzo Napoli oltre il 70%

Oltre a Cagliari, eletti al primo turno altri quattro sindaci

Il neo sindaco Napoli (Massimo Pica/Wikipedia)
Condividi
Se solo Cagliari, tra i sette capoluoghi regionali dove si è votato, ha eletto il sindaco al primo turno, sono invece quattro gli eletti nei 18 capoluoghi di provincia coinvolti dalla consultazione. Il successo più eclatante è quello di Salerno.

Vittoria schiacciante per Vincenzo Napoli, 66 anni, architetto, da un anno sindaco facente funzioni di Salerno, fedelissimo del governatore della Campania Vincenzo De Luca. Napoli, che ne prese il posto nel 2015 come primo cittadino, ha ottenuto percentuali molto simili a quelle delle schiaccianti vittorie del suo 'mentore' politico: 70,49%. Frutto del sostegno di tre liste civiche di ispirazione deluchiana, più Verdi, Psi e 'Campania Libera'. Lontanissimo il principale competitore, Roberto Celano, (centrodestra e civiche), che si è fermato al 9,6%.

"E' una vittoria del Pd e di De Luca", commenta da Roma il premier Matteo Renzi, per quella che è la vittoria più netta di un candidato dem in un capoluogo per il primo turno. De Luca parla di "risultato straordinario" per una "persona perbene" come Napoli: "Devo esprimere il mio ringraziamento per l'onore e la fiducia che ancora una volta ci hanno dato i nostri concittadini".

Un ruolo fondamentale nell'affermazione di Vincenzo Napoli, prima assessore all'Urbanistica e poi vicesindaco nelle giunte De Luca, lo hanno avuto i figli del presidente della giunta regionale, Piero e Roberto, che hanno seguito la sua campagna elettorale. "Si tratta - commenta Piero De Luca, avvocato e referendario della Corte di Giustizia dell'Ue - di un risultato importante che premia il lavoro di questi anni". Una vittoria per la quale era sceso in campo anche lo stesso Renzi, che a testimonianza del forte feeling politico con De Luca si recò a fine aprile a Salerno, con il governatore della Campania e con il sindaco Napoli, elogiando la buona amministrazione della città.

"Abbiamo a disposizione i Fondi europei che investiremo nelle grandi opere, nelle infrastrutture e nei progetti sociali per dare ulteriore sviluppo a Salerno - ha annunciato il neo-sindaco - dobbiamo governare con grande fermezza, dando seguito a quanto è stato costruito in questi anni da De Luca. Abbiamo un progetto formidabile a cui daremo forma e seguito nei prossimi cinque anni di consiliatura a testa alta e con serietà". "Salerno rappresenta un modello in questo senso, un unicum che va valorizzato. Salerno ha avuto uno sviluppo solo con le proprie forze, non ha favoritismi dalla regione Campania che ha solo riequilibrato la ripartizione dei fondi; adesso bisogna saperli utilizzare e sviluppare i progetti in auge e quelli nuovi", ha concluso Napoli.

Gli altri eletti
Vincono al primo turno anche Andrea Gnassi (centrosinistra) a Rimini con il 56,99%, Mario Occhiuto a Cosenza, a capo di una coalizione di 15 liste civiche vicine al centrodestra, con il 58,99%, e Marta Cabriolu, eletta a Villacidro con una lista civica che ottiene il 41,37%.
Condividi