MONDO

Allarme clima

Amref Italia: "In Africa 14 milioni di persone sono a rischio fame"

"Molti Paesi sono avanti con i preparativi per mitigare gli effetti del clima - commenta Tommy Simmons, fondatore di Amref Italia - preoccupa però il costo delle tante crisi in atto e le scarse risorse a disposizione della comunità internazionale per affrontare anche questa"

Condividi
14 milioni di persone rischiano di morire in Africa a causa dello scarso raccolto del 2015. A lanciare l'allarme il World Food Program. La lista dei paesi a rischio è impressionante: Malawi, Zimbabwe, Etiopia, Sud Sudan, Somalia, Sudan, ma l'agricoltura è in ginocchio anche in Nigeria, in Ciad, nella Repubblica Centrafricana e addirittura nel ricco Sudafrica. E la lista prosegue ancora con Kenya, Uganda, Congo e Gabon. 

"Morire di inedia, morire di fame, è una cosa terribile ed inaccettabile" commentaTommy Simmons, fondatore di Amref Italia. "In questo inizio del 2016 - spiega - gli esperti di tutto il mondo prevedono che il fenomeno climatico che chiamiamo el Nino metterà a rischio di fame decine di milioni di persone nel continente africano". E aggiunge: "Chi si occupa di queste cose è al corrente della situazione e dei rischi da tempo. In molti paesi sono già molto in avanti con i preparativi per mitigare gli effetti del clima, preoccupa però il massiccio costo attuale delle tante crisi in atto e le scarse risorse a disposizione della comunità internazionale per affrontare anche questa crisi. Purtroppo - conclude - se il 2015 è stato un anno terribile, anche per il 2016 per tanti le prospettive sono drammatiche, soprattutto nei paesi più fragili colpiti da conflitti interni".
Condividi