MONDO

Sotto accusa gli estremisti islamici di Boko Haram

Ancora stragi in Nigeria: due attentatrici suicide fanno 65 morti a Dikwa

Le due donne kamikaze colpiscono un campo di sfollati a 80 chilometri da Maiduguri. Almeno 150 i feriti

Condividi
Sangue senza fine nel Nord della Nigeria. Almeno 65 persone sono state uccise e altre 150 sono rimaste ferite in due attentati suicidi in un campo di sfollati nel nord-est della città nigeriana di Dikwa. Lo riferiscono alcuni media internazionali. Gli attacchi sarebbero avvenuti nella tarda serata di ieri, riferiscono le fonti sottolineando che i sospetti si puntano su Boko Haram.

Soccorritori e medici hanno riferito che i kamikaze erano due donne e si sono fatte saltare in aria nel campo profughi che ospita circa 50.000 persone ed è situato a poco più di 80 chilometri da Maiduguri, la più grande città della regione. Secondo le autorità gli attentati sono stati organizzati dagli estremisti islamici Boko Haram, ormai affiliati all'Isis nel tentativo di istituire uno stato islamico nel nordest della Nigeria e nei Paesi confinanti. 
Condividi