Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Antonio-Dikele-Distefano-e-il-suo-Fuori-piove-Dentro-pure-Passo-a-prenderti-Il-caso-letterario-fa99c3c2-766c-44ad-8567-cb2dc3de2d1d.html | rainews/live/ | true
CULTURA

Il romanzo

Antonio Dikele Distefano e il suo "Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti?". Il caso letterario

Figlio di immigrati angolani, è ormai una star sui social network. Il libro è scritto con il linguaggio di Facebook: frasi brevi e ad effetto che in rete e fra i giovanissimi vanno per la maggiore

La copertina di "Fuori Piove, Dentro Pure, Passo a Prenderti?"
Condividi
di Carlotta Macerollo La vita di un ragazzo di vent'anni raccontata di getto: una storia d'amore osteggiata da tutti, i problemi in famiglia, gli amici. Nasce così, con semplicità, il caso letterario del momento: Antonio Dikele Distefano, 22 anni, è un italiano di seconda generazione, figlio di migranti angolani che lo hanno messo al mondo a Busto Arsizio e ora vive a Ravenna. Il 3 febbraio è uscito per la Mondadori la sua opera prima narrativa: "Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti?". I suoi fan lo hanno già letto, perché Distefano lo aveva pubblicato in "free download" su Amazon ottenendo un grandissimo successo: 10mila lettori soltanto grazie al passaparola. Iam Nashy è il suo nome d'arte.

Il romanzo
Pagine che raccontano incontri, amori, momenti che fanno crescere, attimi indimenticabili. Pagine cariche di sentimento, frasi che colpiscono il cuore. Una storia d'amore contrastata fra un ragazzo di pelle nera, come Antonio, e una ragazza bianca, proprio come la sua ex. Il primo grande amore e la sua fine, perché Antonio è nero e per i genitori di lei il ragazzo sbagliato. 

Il linguaggio dei social
"Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti?" è scritto con la lingua di Facebook con frasi brevi e ad effetto che in rete e fra i giovanissimi vanno per la maggiore. In poco tempo il volume ha scalato le classifiche di Amazon e il successo sul web ha spinto anche una grossa casa editrice come la Mondadori ad accorgersi di lui. In copertina un ragazzo e una ragazza abbracciati fra le lenzuola: lei, una modella bianca come il latte dai lunghi capelli castani, lui nerissimo.

Il successo del 'self publishing' 
Il fenomeno del 'self publishing', ovvero gli autori che si autopubblicano senza passare attraverso l'intermediazione delle case editrici, è in continua crescita. A partire dal pioniere John Grisham: nel 1989 si autofinanziò "Il momento di uccidere" e lo fece stampare in 5mila copie. Venne poi acquistato da Doubleday che pubblicò il suo primo grande successo "Il socio". In Italia ha fatto scuola Federico Moccia con il suo "Tre metri sopra il cielo". Tra gli ultimi casi letterari, Anna Premoli con "Ti prego lasciati odiare", Valeria Luzi con "Ti odio con tutto il cuore", Sara Tessa con "L'uragano di un batter d'ali", Laura Schiavini con "A qualcuno piace dolce".
 
 
Condividi