Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Arabia-Saudita-si-alle-donne-alla-guida-f2d54618-3390-4de6-b4ce-74349b9e5223.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

La svolta

Arabia Saudita: sì alle donne alla guida

Le autorità di Riad per la prima volta nella storia autorizzano le donne a guidare l'auto

Condividi
Sovvertendo un dogma ritenuto finora incrollabile, l'Arabia Saudita ha deciso di autorizzare le donne a guidare l'auto, uno sviluppo che era considerato improbabile finora nel conservatore regno wahabita (l'interpretazione dell'Islam sunnita più intransigente). 

Il cambiamento, annunciato contemporaneamente dalla tv di Stato saudita e a un evento a Washington, non avverrà immediatamente. L'iniziativa, su ordine di re Salman, chiarisce il New York Times, si deve all'erede al trono, il potentissimo principe Mohammed bin Salman (conosciuto con le iniziali, MbS), 32 anni, modernizzatore del regno, autore del progetto 'Vision 2030' per rendere progressivamente Riad meno petro-dipendente.

Il decreto di re Salman, riferisce la Bbc, prevede che sia costituito entro 30 giorni un panel ministeriale per dare attuazione alla rivoluzionaria decisione per poter rilasciare le prime patenti entro giugno del 2018. 

La polizia dovrà essere addestrata ad interagire con le donne al volante.

Finora tutti i teologi wahabiti si erano espressi contro il via libera delle donne alla guida, dando spiegazioni mai convincenti. Numerose nel corso degli anni le manifestazioni di donne che, sfidando la legge, si sono riunite ognuna alla guida della propria auto, che per la legge poteva finora vedere al volante solo uomini.
Condividi