Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Archeologia-pugnale-di-Tutankhamon-di-origine-meteoritica-6b89f53d-e471-4fc4-996a-3ad8d0b8d7d2.html | rainews/live/ | (none)
SCIENZA

Archeologia

Ferro di meteorite nel pugnale di Tutankhamon

La scoperta di un team internazionale di ricercatori

Condividi
Il pugnale del faraone 'bambino' Tutankhamon è di origine meteoritica, cioè realizzato dalla lavorazione di un meteorite ferroso. A scoprirlo è stato un team di ricercatori internazionali del Politecnico di Milano, Università di Pisa, Museo Egizio del Cairo, C.N.R., Università di Fayoum, Politecnico di Torino, ditta XGLab.

Lo studio ha documentato l'origine meteoritica del ferro della lama appartenuta all'antico faraone egizio (XIV secolo B.C.) e risolve una questione lungamente dibattuta tra gli studiosi. Infatti fin dalla scoperta della tomba, nel 1922 dagli inglesi Howard Carter e Lord Carnarvon, per uno dei due pugnali posati sul corpo di Tutankhamon (Tut per i suoi fan) era cominciato un dibattito sulla natura dei materiali. Ma in particolare la natura dei metalli aveva sempre creato contrasti tra gli esperti. Oggi la certezza che la lama del pugnale esposto al Museo Egizio del Cairo sia meteoritica viene dallo studio fatto utilizzando la tecnica della fluorescenza a raggi X, che conferma la composizione di quel ferro in percentuali diverse di nichel e cobalto. Si sottolinea inoltre l'elevata qualità della manifattura della lama, a conferma dell'alto livello raggiunto già all'epoca di Tutankhamon nella lavorazione del ferro.

Come riportato nell'articolo pubblicato sulla rivista Meteoritics and Planetary Science, l'analisi chimica non invasiva ha rivelato che "la lama contiene nichel (10 %) e cobalto (0.6%) in concentrazioni tipicamente osservate nelle meteoriti metalliche". Lo studio conferma come "gli antichi egizi attribuissero un grande valore al ferro di origine meteoritica, usandolo per la produzione di oggetti preziosi".
Condividi