Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Argentina-Mauricio-Macri-il-nuovo-presidente-della-Argentina-secondo-i-sondaggi-e-gli-exit-poll-Il-leader-del-centrodestra-Cambiemos-ha-un-distacco-consistente-cdde4148-85ba-46d7-b2e2-a22cffa9b8bc.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Il leader del centro-destra 'Cambiemos' ha un distacco consistente

Mauricio Macri è il nuovo presidente dell'Argentina

Il leader della coalizione di centro-destra 'Cambiemos', Mauricio Macri, secondo exit poll e proiezioni, ha un ampio margine di vantaggio sul candidato peronista Daniel Scioli, sostenuto dalla presidente uscente Cristina Fernandez de Kirchner. Lo spoglio con il 45% dei seggi scrutinati, assegna a Mauricio Macri  il 54% dei voti e a Daniel Scioli il 46%

Elezioni presidenziali in Argentina, Mauricio Macri (AP)
Condividi
Buenos Aires Mauricio Macri sarà il nuovo presidente dell'Argentina. Secondo i media il sindaco di Buenos Aires avrebbe sconfitto al ballottaggio il peronista Daniel Scioli. La notizia ha iniziato a diffondersi poco dopo la chiusura delle urne. Sulla scia dei sondaggi e degli exit poll che danno un distacco consistente, nel bunker del leader della coalizione di centro-destra 'Cambiemos', allestito nel centro 'Costa Salguero' a Buenos Aires, è scattato un clima di festa. I simpatizzanti del 'macrismo' saltano, ballano e urlano 'Mauricio presidente'. Macri dovrebbe intervenire a breve  

Diverso invece il clima nel quartier generale del candidato peronista Daniel Scioli, l'hotel 'Nh Bolivar', dove al momento c'è poca gente. Sciolti interverrà, affermano i suoi collaboratori, nel corso della serata. "Aspettiamo i dati ufficiali. Questa è una grande giornata per la democrazia nel paese": lo ha detto Alberto Perez, capo gabinetto del candidato peronista,Daniel Scioli. "Fra poco avremo i dati ufficiali", ha aggiunto Perez, ricordando di aver notato "molta fretta da qualche parte", riferendosi così ai festeggiamenti in corso nel 'bunker' di 'Cambiemos', la coalizione di Mauricio Macri. 

I sondaggi
I sondaggi prima della chiusura delle urne davano in testa Macri, dopo che il 56enne sindaco di Buenos Aires è arrivato secondo al primo turno costringendo al ballottaggio Scioli. Il leader peronista, all'inizio della campagna elettorale, aveva un vantaggio di 10 punti.

Lo spoglio delle schede
Lo spoglio per il ballottaggio delle presidenziali argentine con il 45% dei seggi scrutinati, assegna a Mauricio Macri  il 54% dei voti e a Daniel Scioli il 46%
Condividi