Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Argentina-strage-al-reality-francese-Parigi-piange-i-suoi-campioni-1ca9b841-1c81-445a-a18b-b0c0426eb67d.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Scontro tra due elicotteri

Argentina, strage al reality francese. Parigi piange i suoi campioni

Dieci le vittime, due piloti argentini e otto francesi del reality "Dropped". Tra loro la nuotatrice Camille Muffat, "la fidanzata dell'Atlantico" Florence Arthaud e il pugile Alexis Vastine. Ancora poco chiare le cause dell'incidente, Parigi ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo

I tre campioni francesi
Condividi
La Francia piange tre dei suoi campione più amati, morti nel tragico scontro in Argentina tra due elicotteri durante le riprese del reality "Dropped" in Argentina, una sorta di "Isola dei famosi" degli sportivi.
Dieci le vittime: due piloti argentini e otto francesi, tra questi tre glorie dello sport transalpino: la 25enne nuotatrice Camille Muffat, medaglia d'oro ai Giochi di Londra, la velista 57enne, Florence Arthaud soprannominata "la fidanzata dell'Atlantico", e il pugile 21enne Alexis Vastine, vincitore di un bronzo olimpico.

L'incidente
L'impatto tra i due velivoli è avvenuto a una quota di 100 metri vicino a Villa Castelli, pre-cordigliera delle Ande nella provincia settentrionale di La Rioja, per cause ancora non chiare. Il tempo era bello, anche se la zona è molto ventosa e i due velivoli procedevano a pochi metri di distanza per permettere le riprese dei concorrenti. In un video si vede uno dei due elicotteri che incrocia l'altro, urtandolo, e poi i due velivoli precipitano. La procura di Parigi ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo.

Le vittime
La velista Florence Arthaud, è stata la prima donna a vincere una transoceanica in solitaria nel 1990, a 33 anni arrivò prima nella Route du Rhum, che lega le coste francesi a quelle della Guadalupa.
La nuotatrice Camille Muffat aveva un ricco palmares. Tre medaglie olimpiche a Londra 2012, oro sui 400 stile libero battendo Federica Pellegrini, argento sui 200 e bronzo con la staffetta 4x200. 
Dopo l'exploit britannico la francese era attesa come grande favorita ai successivi mondiali di Barcellona nell'estate 2013 ma fallì gli obiettivi.
Alexis Vastine era soprannominato "pugile maledetto", per due volte eliminato dalle Olimpiadi su decisioni arbitrali molto controverse, a Pechino 2008 e Londra 2012. Caduto in depressione dopo la sconfitta londinese, e poi vessato da diversi infortuni, sembrava essersi rilanciato lo scorso anno, diventando campione del mondo militare nei pesi superleggeriera.



Nell'incidente sono morti anche due cameraman, Laurent Sbasnik e il 32enne Brice Guilbert, un tecnico del suono Edouard Gilles, la giornalista Lucie Mei-Dalby e il 36enne Volodia Guinard che guidava la spedizione per conto della casa di produzione Alp. I due piloti d'elicottero argentini deceduti sono Toberto Abate e il 50enne Juan Carlos Castillo, quest'ultimo un veterano della guerra delle Malvinas.

Le reazioni
Il presidente francese, Francois Hollande, ha espresso "immensa tristezza" e ha ricordato i tre atleti "hanno fatto brillare la Francia" e "sono morti perchè volevano superare nuove frontiere".  Cordoglio anche dal premier francese Manuel Valls, "dolore immenso di fronte a questo dramma". Federica Pellegrini ha twittato "A volte la vita è ingiusta" per ricordare l'amica-rivale Muffat. 


Reality sospeso
F1, l'emittente francese che trasmette il reality "Dropped" in cui due squadre vengono abbandonate in mezzo alla natura senza cibo, né mappe, ha imposto la sospensione delle riprese, iniziate a febbraio in Patagonia per mandare in onda il programma in estate. Si sono salvati gli altri cinque concorrenti, alcuni già eliminati come la ciclista Jeannie Longo e l'ex attaccante dell'Arsenal Sylvain Wiltord che era appena arrivato a Parigi. Sfuggito per un soffio alla morte invece il nuotatore olimpico Alain Bernard: era già pronto a imbarcarsi quando all'ultimo minuto, per una questione di peso, ha dovuto rinunciare, in attesa di un terzo elicottero.
 
Condividi