Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Arriva-Carol-amore-tra-due-donne-E-il-Cinema-festeggia-120-anni-dc26c3b3-a700-4f3a-a59f-0988593055f3.html | rainews/live/ | (none)
SPETTACOLO

Arriva Carol, l'amore tra due donne. E il Cinema festeggia 120 anni

Cate Blanchett e Rooney Mara sono le protagoniste del film di Todd Haynes. Red carpet in onore dei fratelli Lumière con i più famosi fratelli del Cinema. Claudia Cardinale presenta la versione restaurata di Rocco e i suoi fratelli.

Condividi
di Laura Squillaci Carol è una donna infelicemente sposata che tiene in vita il suo matrimonio solo per garantire alla figlia una vita tranquilla. Carol è infelice perché ingabbiata in un rapporto in cui non crede, in realtà lei ha sempre amato le donne. Un giorno in un negozio di giocattoli incontra Therese e la sua vita cambia per sempre. 

Todd Haynes porta sulla Croisette Carol, la storia di un amore  omosessuale nell'America degli anni 50. Una pellicola delicata, diversa dalla Vita di Adele che fece scandalo nel 2013 e si aggiudicò la Palma d'oro. 

Carol è interpretata da Cate Blanchett, sempre molto intensa, Therese da Rooney Mara. Il film è piaciuto molto alla critica e questa sera sarà presentato al pubblico. Con un red carpet che già si preannuncia in grande stile. 

In concorso passa anche Mon Roi di Mainwenn che porta sullo schermo la passione struggente tra Vincent Cassel, già protagonista del Racconto dei racconti di Matteo Garrone, e Emmanuelle Bercot qui in veste di attrice. La sua Tete haute ha aperto mercoledì questa 68esima edizione. 

Ma la domenica a Cannes è ricca di appuntamenti e di anniversari. Alle 15 un omaggio ai 120 anni del cinematografo inventato dai fratelli Lumière con una montée au marches di fratelli registi. E dunque tra gli altri i presidenti di giuria Joel e Ethan Cohen, i nostri fratelli Taviani e i francesi Dardenne. 

Alle 18.30 l'appuntamento è con un mito del Cinema italiano. Claudia Cardinale è la madrina dell'evento per il restyling del film "Rocco e i suoi fratelli" di Luchino Visconti (GUARDA) nella versione restaurata dalla cineteca di Bologna.  Nel nuovo restauro, supervisionato dallo stesso direttore della fotografia del film, Giuseppe Rotunno, si recuperano i tagli di censura avvenuti dopo la prima alla Mostra del Cinema
di Venezia nel 1960: in particolare, le due sequenze della violenza di Simone (interpretato da Renato Salvatori) su Nadia (Annie Girardot) e dell'omicidio della stessa Nadia da parte di Simone. Sequenze restituite alla loro integrità.
Condividi