Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Arriva-al-ristorante-la-pizza-alla-farina-di-Cannabis-517ddfa9-12bf-46cb-b2a9-ca8043802221.html | rainews/media/ | (none)
FOOD

A Bolzano

Arriva al ristorante la pizza alla farina di cannabis

Un locale storico del capoluogo altoatesino la proporrà nel suo menu tutti i giorni a partire da venerdì prossimo vista l’elevata richiesta
 

Condividi
Da essere liberalizzata per esclusivo scopo terapeutico ed acquistabile dietro ricetta medica nelle farmacie ad essere addirittura inserita nell'impasto della pizza. È quello che sta succedendo alla cannabis in Alto Adige, dove la pianta da sempre associata alla droga sembra "uscire" una volta per tutte dai soliti giri dello spaccio illegale. Dopo la decisione della Giunta provinciale di farsi carico del costo dei preparati a base di cannabis per curare malattie come la sclerosi multipla e la sindrome di Tourette, adesso un noto e storico ristorante del centro storico di Bolzano ha deciso di inserire la 'pizza alla cannabis' anche nel menù.
 
Dopo una prima fase sperimentale partita a febbraio per trovare un'alternativa alla pizza tradizionale e a quelle con impasto al kamut o integrale, da venerdì prossimo si potrà chiedere tutti i giorni la pizza con impasto alla cannabis. "Volevamo un po' rinnovare il mondo della pizza e per questo abbiamo provato l'impasto con farina di cannabis - dicono al ristorante Fink - dopo alcuni tentativi, l'impasto abbiamo visto che è risultato gustoso. Inizialmente lo abbiamo proposto solo il venerdì ma la richiesta è così elevata che abbiamo deciso di inserirlo fisso nel nostro menù dalla settimana prossima. La farina di cannabis è costosa, 5 chilogrammi costano 35 euro mentre quella normale è di 20 euro per 20 chilogrammi. La pizza sarà  uguale alle altre, ovviamente non ci saranno le foglie di marijuana, ma la differenza sarà solo nell'impasto".
Condividi