Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Atac-a-un-passo-dal-fallimento-pignorati-conti-per-77-milioni-95222839-3261-4a66-8944-292bba4f5f87.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Bus a rischio, pignorati conti per 77 milioni

Roma, debiti Atac: rischio fallimento

La società Roma Tpl, cui dal 2005 in poi Atac ha esternalizzato le linee periferiche e notturne, presenta il conto dei debiti a Comune e azienda. Campidoglio pronto a dare liquidità per scongiurare il blocco del servizio mentre prepara il ricorso in Cassazione e un esposto alla Procura. In arrivo altri pignoramenti

Un autobus dell'Atac
Condividi
Roma A Roma autobus e metropolitane a rischio. E' l'annuncio di ieri sera del Campidoglio dopo il pignoramento di circa 77 milioni di euro all'Atac, l'azienda di trasporto pubblico locale. Il pignoramento è avvenuto in seguito a un contenzioso con Roma Tpl, il consorzio di imprese che si è aggiudicato per 9 anni il servizio di trasporto nelle zone periferiche e ultraperiferiche della città. Per l'amministrazione capitolina ciò rischia di mettere a rischio, il trasporto pubblico. La giunta Marino ha già fatto sapere che "investirà la Procura della Repubblica per le valutazioni di competenza e che garantirà le risorse necessarie ad Atac per scongiurare il blocco dell'operatività della azienda di trasporto pubblico". "L'azienda - fa sempre sapere il Campidoglio - resiste in giudizio" e quindi sarà costretta a rivolgersi in Cassazione.

Si tratta di debiti quasi tutti contratti dal Campidoglio, maturati attraverso una richiesta di "revisione dei prezzi" presentata da Roma Tpl ad Atac che all'epoca era la stazione appaltante del servizio. Ma per Atac le brutte sorprese non finiscono qui: sono attesi, infatti, nuovi pignoramenti per il "lodo" già vinto da Roma Tpl e per il quale si attende l'applicazione dei decreti ingiuntivi: l'importo potrebbe sfiorare gli 80 milioni di euro.
 
Condividi