Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Atac-rinvio-autunno-referendum-3-giugno-f01771bb-3c1a-4a91-8f14-21dad7840ff0.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Lo ha annunciato il Campidoglio

Atac, rinviato all' autunno il referendum che era previsto il 3 giugno

Decisione dettata dalla vicinanza con le elezioni amministrative dei Municipi III e VIII, in programma la settimana dopo

Condividi
Si svolgerà in autunno il referendum consultivo sulla messa a gara del servizio di trasporto pubblico, promosso dai radicali e precedentemente fissato per il 3 giugno 2018. Lo riferisce il Campidoglio in una nota. Il rinvio è giustificato dal fatto che una settimana dopo, il 10 giugno, sono in programma le elezioni amministrative nei municipi III e VIII. Dal momento che la legge impedisce lo svolgimento di differenti operazioni elettorali nello stesso giorno, ciò avrebbe obbligato i cittadini a recarsi alle urne per tre votazioni nel solo mese di giugno.

Oltre a evitare confusione tra consultazioni di differente natura, la nuova data favorisce anche le operazioni di campagna elettorale da parte dei comitati referendari che potrebbero risultare limitate dalla vigente normativa sulla comunicazione durante il periodo elettorale. Il rinvio dovrebbe permettere anche un risparmio economico. Potrebbe essere utilizzato un sistema elettronico per la votazione.

La consultazione del 3 giugno avrebbe avuto un costo di almeno 16 milioni di euro. Il rinvio e la successiva  fissazione di una nuova data saranno oggetto di una successiva ordinanza che la Sindaca di Roma adotterà dopo aver ascoltato, come da regolamento, la Conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari e i rappresentanti dei comitati promotori dei referendum.

La decisione di rinviare il referendum ha provocato la protesta delle opposizioni. In particolare, il capogruppo di Sinistra per Roma, Stefano Fassina, ha definito "inaccettabile" il rinvio, spiegando che "la sindaca e la sua giunta hanno umiliato gli oltre 300 mila cittadini che avevano chiesto il referendum". Le proteste gli sono valse l'espulsione dall'aula.
Condividi