Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Attacco-alla-Francia-84-morti-nella-strage-a-Nizza-tir-sulla-folla-e-spari-Isis-celebra-massacro-91edc5e0-bc2d-4943-b4a4-ad61a2307873.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

La strage

Nizza, la strage dei bambini Dieci minori tra le 84 vittime

Sono 84 i morti e 202 i feriti lasciati a terra dall'attentatore franco-tunisino che alla guida di un camion si è scagliato, a 80 km l'ora, sulla folla che assisteva ai fuochi d'artificio sul lungomare di Nizza per l'anniversario della presa della Bastiglia. Tra le vittime e i feriti molti i bambini 

Condividi
A pagare il prezzo più alto nella strage di Nizza sono stati i bambini. Sono dieci le giovani vite falciate dall'attentatore franco-tunisino che ha lanciato un Tir sulla folla che lungo la Promenade des Anglais assisteva ai fuochi d'artificio per l'anniversario della presa della Bastiglia, la sera del 14 luglio, festa nazionale in Francia. Prima di essere ucciso dalla polizia, il terrorista ha travolto e ucciso 84 persone e ne ha ferite 202. Una trentina dei feriti sono minori: tre o quattro di loro versano in condizioni critiche a causa di traumi ed emorragie. 12 sono in terapia intensiva. Due bambini - riferiscono fonti mediche - sono deceduti stamane in ospedale mentre venivano sottoposti ad interventi chirurgici.

Tre italiani feriti, due gravemente
La prima vittima della folle corsa è una donna musulmana, Fatima Charrihi. L'attentatore ha proseguito per 2 km a zig zag, per travolgere più persone possibile. Tra loro anche tre italiani - come conferma la Farnesina - che sono rimasti feriti. Due versano in gravi condizioni. Di uno di loro si conosce l'identità. Si tratta di  Andrea Avagnina, 53 anni, della provincia di Cuneo. L'Unità di Crisi e il consolato di Nizza proseguono nelle verifiche.

Di quattro italiani non si hanno notizie
Oltre ai tre italiani feriti, sarebbero altri 4 i connazionali coinvolti nell'attacco e di cui non si hanno notizie: una coppia di Voghera e due donne piemontesi.

Killer neutralizzato da un uomo e due poliziotti
Il killer di Nizza, Mohamed Lahouaiej Bouhlel, franco tunisino di 31 anni, "è stato neutralizzato da un uomo e due poliziotti", uno dei quali è una donna, come ha raccontato a radio Europe 1 il presidente del Dipartimento delle Alpi Marittime Eric Ciotti. "Una persona è saltata sul camion per tentare di fermarlo - ha detto Ciotti -. E' a quel momento che la polizia è stata in grado di neutralizzare questo terrorista''. 

Strage ancora non rivendicata. Molins: attentato in perfetto stile jhadista
I sostenitori dell'Isis, come riporta su Twitter il Site, hanno ''celebrato'' il massacro, ma al momento non c'e' stata una rivendicazione ufficiale. Il Procuratore Molins in merito ha sottolineato che - nonostante non ci siano ancora rivendicazioni - l'attentato "corrisponde esattamente agli appelli di omicidio delle organizzazioni terrorostiche islamiche diffusi sulle loro riviste" e sui media. 

Esperti al lavoro alla caccia di eventuali complici
Secondo il ministro dell'interno Bernard Cazeneuve circa 70 esperti della scientifica stanno lavorando e i corpi non potranno essere rimossi prima che abbiano finito le loro analisi. Le strade del centro della città sono praticamente deserte. Si teme ancora la presenza di complici del killer. L'accesso agli stabilimenti balneari, pubblici e privati, lungo la Promenade, è stato interdetto dalle autorità locali dopo l'attentato di ieri sera. Tutti i bambini ritrovati soli tra la folla ieri sera sono radunati nella caserma Auvare, sede principale della polizia in città.

Hollande: rafforzeremo operazioni contro i terroristi dell'Isis
Il presidente francese Francois Hollande, ha prolungato di altri tre mesi lo stato di emergenza in Francia che doveva terminare il 26 luglio. "Rafforzeremo le operazioni contro i terroristi dell'Isis in Siria e in Iraq e contro chi ci attacca nel nostro territorio" - ha detto Hollande - "nulla ci farà cedere nella nostra volontà di lottare contro il terrorismo". Hollande ha proclamato tre giorni di lutto nazionale, il 16, 17 e 18 luglio, dopo la strage di Nizza. Lo ha annunciato il premier francese Manuel Valls, ricordando che "il terrorismo costituisce una minaccia che pesa e peserà ancora a lungo sulla Francia".  Per rispondere a questa situazione definita di "guerra", Valls ha precisato che il progetto di legge per prorogare lo stato di emergenza di tre mesi verrà esaminato dal Consiglio dei ministri martedì per poi passare in Parlamento mercoledì e giovedì. Valls in serata ha parlato di un "terrorista legato all'islam radicale" e non ha escluso che ci saranno "altre vittime innocenti". 

Tour Eiffel tornerà rossa, bianca e blu, ma per lutto 
Durante i recenti Europei di Calcio, la Tour Eiffel si tingeva dei colori nazionali in segno di festa, quando la squadra francese otteneva un risultato positivo. Da oggi il monumento-simbolo di Parigi tornerà tricolore, ma per il motivo opposto: il cordoglio per le vittime della strage a Nizza: lo ha annunciato il Municipio della capitale. Come del resto era gia' avvenuto all'epoca degli attacchi terroristici parigini del 13 novembre scorso. "Il sindaco Anne Hidalgo ha deciso di far illuminare la Tour Eiffel in rosso, bianco e blu, questa sera e durante il periodo di tre giorni di lutto nazionale", recita un comunicato ufficiale. La speciale illuminazione avrà inizio a partire dalle 22,30. 

Rafforzati controlli in Italia. Farnesina: verifiche in corso. La Procura di Roma apre indagine
Sono stati ulteriormente rafforzati i controlli da parte italiana sul confine di Stato a Ventimiglia sia a Pont St.Ludovic che a Pont St. Louis dopo l'attentato. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha partecipato questa mattina alla riunione del sottosegretario Marco Minniti con i vertici delle agenzie di intelligence. La Farnesina "invita i connazionali presenti a Nizza ad evitare spostamenti ed a seguire le indicazioni delle Autorità locali".  La Procura di Roma intanto ha aperto una indagine. Il procedimento ipotizza i reati di strage e attentato con finalità di terrorismo ed è stato aperto anche in relazione alla possibile presenza di vittime italiane.   

Mattarella: Non cederemo mai a cultura morte, affermare libertà
"Insieme con gli altri Paesi dell'intera comunità internazionale, anzitutto dell'Unione Europea, proseguiremo l'impegno contro la violenza e il terrorismo, per affermare i valori di libertà, eguaglianza, fraternità, celebrati in Francia il 14 luglio. Non cederemo mai a chi predica e pratica la cultura della morte contro la vita delle persone e la libertà dei popoli".  E' quanto dichiara il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dopo l'attacco di Nizza.

Al-Azhar: attentati terroristici contraddicono insegnamenti islam
Numerosi i messaggi di condanna. L'università al-Azhar, autorevole centro sunnita del Cairo, ha condannato l'attentato di Nizza  affermando, in una nota, che "questi attacchi terroristi abominevoli contraddicono gli insegnamenti dell'islam". Al Azhar "afferma la necessità di unire gli sforzi per vincere il terrorismo e liberare il mondo di questo male". 
Condividi