Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Aumentano-gli-italiani-pro-Ue-dal-49-al-64-per-cento-in-un-anno-d40aa0cc-3dca-456f-bb47-15566ee12de8.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Aumentano gli italiani pro-Ue, dal 49 al 64% in un anno

Lo riferisce un sondaggio Eurobarometro, +15% da dicembre 2017. Basso il sostegno all'Ue in Francia, il paese più favorevole è l'Irlanda seguita dalla Germania

Condividi

Continua a salire la percentuale degli italiani che vede l'appartenenza del proprio Paese all'Ue come una cosa positiva.

Secondo un sondaggio flash di Eurobarometro commissionato dal Parlamento Ue e condotto tra il 26 novembre e il 3 dicembre, la percentuale è pari al 64% (dato aggiornato alla settimana scorsa) contro il 49 registrato un anno fa (a dicembre 2017), con un incremento di 15 punti percentuali. Le interviste sono state effettuate su un campione di 26.071 persone in 27 stati membri. Lo ha riferito il Pe.

Per contro, il 15% degli italiani ritiene che stare nell'Ue sia "negativo" per l'Italia, mentre il 18% non lo considera né una cosa   buona né cattiva; il 3% non sa rispondere. La percentuale di coloro che in Italia giudicano positivamente il fatto che l'Italia faccia parte dell'Ue è ancora sotto la media dell'Ue a 27 (68%), ma di soli quattro punti percentuali.

Basso il sostegno all'Ue in Francia, il paese più favorevole è l'Irlanda
Per contro, è basso il sostegno all'Ue in Francia, dove imperversa la rivolta dei Gilets Jaunes, i Gilet Gialli, che hanno messo in forte difficoltà la presidenza di Emmanuel Macron: solo il 58% dei francesi considera positivo che il Paese faccia parte dell'Ue, mentre il 14% pensa che sia una cosa negativa. Il 24% non lo considera  né positivo né negativo, il 4% non sa rispondere. 

Il Paese più euroentusiasta è l'Irlanda, dove far parte dell'Ue è positivo per l'84% dei cittadini; segue la Germania, con l'81%. Nella  fascia alta si trovano anche Lussemburgo (80%), Estonia (76%) e   Austria (75%); in quella bassa Paesi che sono per lo più beneficiari netti del bilancio Ue, come Croazia (49%), Bulgaria (54%), Ungheria (55%), Grecia (57%) e Repubblica Ceca (57%), Paese quest'ultimo che ha  la disoccupazione più bassa di tutta l'Unione (al 2,4% a giugno).

Per quanto riguarda le prossime elezioni europee, solo il 47% degli intervistati afferma di averne sentito parlare recentemente in tv, sui  giornali o su Internet, mentre il 52% non ricorda di aver sentito farne menzione.

Tajani: "Malgrado la propaganda del governo più italiani a favore dell'Europa" 
"Il sondaggio di oggi indica una forte crescita degli italiani che giudicano positivamente l'appartenenza all'Ue. Malgrado la propaganda di questo governo gli italiani capiscono che l'Europa va cambiata, ma ci serve". Così il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani commentando il sondaggio  di Eurobarometro.

Condividi