Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Autopsia-sul-corpo-di-Davide-Astori-Morte-avvenuta-per-bradiaritmia-d6f13ec8-9a9f-4978-b7c9-22c5a04baffe.html | rainews/live/ | (none)
ITALIA

Autopsia sul corpo di Davide Astori: "Morte avvenuta per bradiaritmia"

Condividi
"Morte cardiaca senza evidenza macroscopica, verosimilmente su base bradiaritmica". È questo l'esito dell'autopsia sul corpo di Davide Astori. "In base alle evidenze dell'esame autoptico effettuato in data 6 marzo 2018 sul cadavere di Astori Davide Giacomo, in riferimento alla causa di morte, la si può indicare come causa di morte cardiaca, senza evidenze macroscopiche, verosimilmente su base bradiaritmica, con spiccata congestione poliviscerale ed edema polmonare".

"Per la diagnosi definitiva, sono necessari approfonditi esami istologici", ha comunicato l'esito dell'autopsia il procuratore capo di Udine Antonio De Nicolò ai microfoni. Il cuore dell'ex difensore della Fiorentina avrebbe rallentato il battito fino a fermarsi. Il procuratore di Udine ha comunicato anche la decisione del sostituto Barbara Loffredo di concedere il nulla osta alla sepoltura del calciatore. Poco dopo l'autopsia la Procura ha firmato il nulla osta per la restituzione della salma ai familiari

Lutto cittadino giovedì 8 marzo
Esposizione sugli edifici pubblici della bandiera della città di Firenze abbrunata o a mezz'asta e segni di lutto sui mezzi di trasporto pubblico e sui veicoli di servizio pubblico: è quando prevede l'ordinanza firmata dal sindaco Dario Nardella, che ha proclamato il lutto cittadino per la giornata di giovedì 8 marzo, quando alle ore 10, nella basilica di Santa Croce si terranno i funerali del capitano della Acf Fiorentina Davide Astori.

Nell'ordinanza il sindaco Nardella invita ad osservare nei luoghi di lavoro un minuto di silenzio e raccoglimento alle ore 13 (numero della maglia indossata da Astori) e ad osservare nelle scuole un minuto di silenzio e raccoglimento, dove possibile, sempre alle ore 13 e comunque nella mattina. Inoltre, Nardella invita gli esercizi commerciali ad abbassare le saracinesche per 10 minuti dalle 13 alle 13.10 e le scuole a promuovere, in accordo con le autorità scolastiche competenti, autonomi momenti di riflessione e di approfondimento sul tema del valore dello sport e del calcio in particolare.

L'omaggio della squadra a Firenze
Condividi