Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Ban-ki-monn-il-cambiamento-climatico-non-ha-passaporto-6eba82ed-67dd-4457-8d29-ff01856dd445.html | rainews/live/ | (none)
MONDO

Onu: un accordo è la priorità

Ban Ki-moon:il cambiamento del clima è globale, non ha il passaporto

Il Segretario delle Nazioni Unite ribadisce che nessun Paese possa affrontare questa sfida da solo."Ora è tempo di buon senso, compromesso e consenso. È ora di guardare al di là degli orizzonti nazionali e di mettere l'interesse comune davanti a ogni cosa".

Condividi
"Come Segretario generale delle Nazioni Unite, ho dato priorità al cambiamento climatico, consapevole che nessun Paese possa affrontare questa sfida da solo. Il cambiamento climatico non ha passaporto". Lo afferma Ban Ki-moon in un intervento sul Corriere della Sera, a pochi giorni dalla Conferenza sul clima a Parigi. "L'esistenza - aggiunge -così come interi sistemi di vita, sono minacciati dovunque. Una minaccia che riguarda anche stabilità economica e sicurezza delle nazioni".

Ban sottolinea che il processo negoziale finora è stato "significativo", ma "non sufficiente": "la sfida" è "ridurre le emissioni globali in modo da poter mantenere l'innalzamento
della temperatura globale sotto due gradi Celsius" e "aiutare gli Stati a adattarsi alle conseguenze inevitabili, che peraltro già incombono su di noi". "Sta ai governi - dice - la
responsabilità di raggiungere a Parigi un accordo significativo e vincolante, che identifichi regole chiare per un cammino che rafforzi le ambizioni globali".

"Il mio messaggio ai leader mondiali è chiaro - conclude -: il successo a Parigi dipende da voi. Ora è tempo di buon senso, compromesso e consenso. È ora di guardare al di là degli
orizzonti nazionali e di mettere l'interesse comune davanti a ogni altra cosa. I popoli del mondo e le generazioni future contano sul fatto che voi abbiate la visione e il coraggio di
cogliere questa occasione storica".
 
Condividi