Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Barak-Estremamente-negativo-l-accordo-tra-Hamas-e-Fatah-1d5d6392-b51c-4505-8028-a0c65f21989d.html | rainews/live/ | true
MONDO

"La responsabilita' e' soprattutto sulle spalle di Abu Mazen"

M.O., intervista esclusiva a Ehud Barak: Negativo accordo tra Hamas e Fatah. Abu Mazen responsabile

L'ex premier di Israele a Rainews.it: "E' arrivato decisamente in un brutto momento. Hamas e' uno dei maggiori ostacoli per la pace in Medio Oriente: non riconosce gli accordi, non riconosce Israele, non ha mai rinnegato il terrorismo ed e' impegnata negli attacchi contro i nostri civili. I negoziati? Troppo presto per dire cosa accadra'"

Ehud Barak (AP Photo/Bernat Armangue)
Condividi
di Andrea BettiniAstana (Kazakhstan) Spiazzato e irritato, Israele non si sente al sicuro. L'accordo tra Hamas e Fatah, la riconciliazione nazionale palestinese, non piace affatto a Tel Aviv. Il raid di ieri su Gaza a molti osservatori e' sembrato una risposta all'intesa. Di certo ne e' stata una conseguenza la cancellazione di un incontro con i negoziatori palestinesi previsto da tempo. Ad Astana per partecipare all'Eurasian Media Forum, una conferenza internazionale dedicata a temi di politica estera, l'ex premier Ehud Barak non nasconde la sua preoccupazione per questo sviluppo inatteso.
 
Cosa pensa dell'accordo tra Fatah e Hamas?
Penso che sia arrivato decisamente in un brutto momento. Hamas e' uno dei maggiori problemi e ostacoli per la pace in Medio Oriente: non riconosce nessuno degli accordi fatti sin qui, non ha mai rinnegato o condannato il terrorismo ed e' attivamente impegnata in attacchi contro i civili israeliani. Penso che sia molto negativo e che per Israele sia istintivo dire: "Ok, non possiamo negoziare con loro e stringergli la mano".
 
Cosa pensa della posizione statunitense sulla questione?
Ho notato la risposta degli Stati Uniti e penso che sia positiva. Sostanzialmente concorda con la nostra valutazione negativa, ma comunque lo fa invitando Hamas a cambiare significativamente, profondamente e in modo sincero. Se Hamas riconoscera' Israele e se approvera' una risoluzione in cui si impegna a fermare le attivita' terroristiche, questo significhera' risolvere decine di migliaia di problemi, come decine di migliaia sono i razzi e i missili. Se poi confermera' tutti gli accordi che Israele ha fatto con Fatah, allora gli statunitensi dicono che li prenderanno in considerazione. Quindi vediamo prima se supereranno la soglia, le condizioni poste dagli Stati Uniti.
 
Cosa cambiera' ora nei negoziati e, soprattutto, ci saranno dei negoziati in tempi brevi? 
E' troppo presto per dirlo. Mi auguro e spero che un certo tipo di negoziati possa continuare, ma non e' chiaro dato che e' stato fatto questo tipo di passi. Devo ammettere di aver trovato la posizione di Abu Mazen piuttosto irritante. Alcuni critici di Israele dicono che siamo poco lungimiranti, ma se paragonati ad Abu Mazen devo dire che la responsabilita' e' soprattutto sulle sue spalle. 
Condividi