Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Bari-ergastolano-ucciso-mafia-Trinitapoli-c597d87a-abbf-44d1-b8ef-46b759b50e2d.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Agguato di mafia

Trinitapoli, noto ergastolano freddato a colpi di fucile. Guerra tra clan

L'uomo si trovava periodicamente agli arresti domiciliari per motivi di salute. Il fatto è accaduto nel tardo pomeriggio nei pressi dell'abitazione del pregiudicato nel Nord Barese 

Scena del crimine
Condividi
di Tiziana Di Giovannandrea L'omicidio di Cosimo Damiano Carbone, pregiudicato di 63 anni, condannato all'ergastolo ed in permesso si collocherebbe nella rivalità tra gruppi locali di criminali molto violenti, in una guerra tra clan di stampo mafioso.

Carbone, nonostante fosse stato condannato all'ergastolo per un omicidio commesso nel settembre nel 2004, si trovava periodicamente ai domiciliari per problemi di salute. Nel tardo pomeriggio è stato ucciso nei pressi della sua abitazione a Trinitapoli, tra le province di Bari e Foggia.

L'uomo era ritenuto dagli inquirenti al vertice della mafia di Trinitapoli. A quanto si è saputo, è stato ucciso con colpi d'arma da fuoco mentre era in auto nelle vicinanze della sua abitazione in una via alla periferia del paese. Nell'ottobre 2003 riuscì a sfuggire ad un tentativo di omicidio.

Sul caso stanno indagando i Carabinieri del Comando provinciale di Foggia e della Compagnia di Cerignola. 

Condividi