Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Berlusconi-Autonomia-uno-dei-fatti-su-cui-il-governo-puo-cadere-aa256e25-aee2-4bc3-9d52-e61315cb5a04.html | rainews/live/ | true
POLITICA

"Io me lo auguro di cuore"

Berlusconi: Autonomia è uno dei fatti su cui il governo può cadere

Il leader di Forza Italia in Sardegna risponde al giornalista di Rainews24 Gabriele Martelloni. "Il governo italiano ha assolutamente torto per come si è comportato nei confronti della Francia"

Condividi
"Avevo detto che il governo sarebbe caduto sui fatti. L'autonomia è uno di quei provvedimenti che potrà costituire un fatto su cui è pensabile ed è possibile che questo governo cada. Io me lo auguro di cuore". Lo ha detto Silvio Berlusconi al suo arrivo a Cagliari, rispondendo alle domande di RaiNews24. Berlusconi è arrivato in Sardegna per un tour elettorale a sostegno del candidato del centrodestra per le regionali del 24 febbraio, Christian Solinas. E in vista del voto di lunedì sul caso Diciotti, Berlusconi incalza il leader della Lega: "Begli alleati si è trovato Salvini, si rifletta su questo...".

Francia non ha ragione, ma governo ha sbagliato
Sulla crisi diplomatica e le polemiche tra il governo italiano e quello francese il leader di Forza Italia ha commentato: "La Francia non ha ragione, anzi ha torto su diverse cose. Ma il governo italiano ha assolutamente torto per come si è comportato nei confronti della Francia".

Forza Italia fondamentale per il centrodestra
Per quel che riguarda le elezioni in Sardegna, Berlusconi dice che "Forza Italia si presenta per quello che è: la forza fondamentale del centrodestra, la forza rappresentante del Ppe, il testimone e il continuatore, il missionario e il sacerdote dei valori occidentali, cioè la nostra cultura liberale, della democrazia, della divisione dei poteri, della sussidiarietà. Sono i valori dell'Occidente che dobbiamo difendere non solo in Italia ma in Europa. Una Europa che dobbiamo cambiare da come si è ridotta oggi e che deve ritornare al progetto dei padri fondatori".

Europa, serve unica politica estera e unica politica della difesa
In Europa ha proseguito Berlusconi "occorre andare verso una maggiore coesione tra gli Stati, verso un'unica politica estera e un'unica politica della difesa. Soltanto così, mettendo insieme tutte le forze della difesa, l'Europa potrà essere potenza militare mondiali e sedersi al tavolo dove si decidono i destini degli uomini nel mondo. Non solo, un'Europa così fatta potrà rimettere insieme quell'Occidente che oggi non è così insieme, riavvicinando a se stessa gli Usa e la Federazione Russa e con un Occidente così unito potrà resistere al progetto egemonico dell'impero cinese".
Condividi