Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Berlusconi-sentenza-assurda-e-criminale-mi-ha-reso-incandidabile-c4cb89dd-48c5-43f8-990b-362026bb705f.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

Milano

Berlusconi: una sentenza assurda e criminale mi ha reso incandidabile

Intervento all'assemblea dei dirigenti del Movimento Animalista di Michela Vittoria Brambilla

Condividi
Silvio Berlusconi, intervenendo a Milano all'assemblea dei dirigenti del Movimento Animalista di Michela Vittoria Brambilla, ha parlato della sua incandidabilità alle prossime elezioni. "Con una sentenza assurda e criminale mi hanno reso incandidabile", ha detto.

Dall'Unione Europea "vogliamo meno vincoli e austerità, e chiederemo indietro il surplus rispetto a quanto versiamo. Come disse la signora Thatcher: 'I want my money back'", ha poi aggiunto  Berlusconi. Per l'ex premier, se il centrodestra tornerà al governo "non accetterà il bail in per le banche".

"Solo su giornalisti d'accordo con Grillo"
Il M5s "è un movimento assolutamente non democratico, una setta che dipende da politburo formato da un vecchio comico da cui ho sentito in tutto il percorso politico una sola cosa giusta che ho letto questa mattina sulle agenzie venendo qui: ha salutato i giornalisti dicendo 'Ecco tornate a casa dove sono tutti sconcertati perché devono avere uno come voi tra loro'. E' l'unica cosa di Grillo che ho letto e che è simpatica".

"Con noi stop allevamenti pellicce"
In caso di vittoria del centrodestra alle elezioni "non riusciremo a fare un Ministro per i diritti degli animali, ma un garante sì", ha poi affermato Berlusconi.

Fra gli altri provvedimenti a favore degli animali promessi, Berlusconi ha annunciato l'intenzione di "chiudere definitivamente" gli allevamenti di animali da pelliccia e lo stop agli animali nei circhi e alla ricerca e sperimentazione animale.

Inoltre, ha assicurato l'ex premier, sarà redatto un "codice dei diritti degli animali" e sarà eliminata "l'Iva sul cibo degli animali e saranno introdotte cure veterinarie gratuite per i meno abbienti". E infine "via gli animali dal redditometro, perché non sono un lusso".
Condividi