Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Bimbo-di-2-anni-morto-con-segni-di-violenza.-Il-padre-confessa-lo-ho-ucciso-in-preda-a-un-raptus-2a89369e-a7f5-47c0-a32d-551c23c4f4ce.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Milano

Bimbo di 2 anni morto con segni di violenza. Il padre confessa: l'ho ucciso in preda a un raptus

L'uomo ha telefonato al 112 dando l'allarme ma poi ha abbandonato l'appartamento lasciando la moglie da sola ad aspettare l'arrivo dei soccorsi. Hrustic è stato individuato poche ore dopo in un appartamento in zona Giambellino, non lontano dalla sua abitazione

Condividi
Ha agito in un momento di rabbia nel corso della notte Aljica Hrustic, il 25enne padre del bambino di due anni che è stato trovato morto questa mattina in un appartamento occupato di via Ricciarelli 22, a Milano. L'uomo risulta ora fermato per omicidio. 

La confessione è avvenuta davanti agli investigatori della squadra Mobile di Milano e al pm Giovanna Cavalleri. Ai poliziotti ha anche dichiarato di aver assunto hashish la sera stessa e di non essere riuscito a dormire tutta la notte. Quindi di aver percosso violentemente il bambino fino a farlo morire. L'accusa di omicidio volontario per Hrustic è aggravata dalla minore età del figlio e dal fatto e che l'evento è stato preceduto da maltrattamenti. A specificarlo sono gli investigatori, che hanno eseguito il fermo e portato l'uomo in carcere.

La breve fuga
 A chiamare i soccorsi del 118 è stato lo stesso padre, intorno alle 5 di questa mattina, dicendo che suo figlio era in preda ad una crisi respiratoria. Arrivati sul posto i sanitari del 118 non hanno potuto che constatare il decesso. L'uomo però era già scappato portando con sé altre due figlie piccole. Quindi è stato trovato intorno a mezzogiorno e mezza in via Manzano 4, zona Giambellino, grazie ad una rapida attività investigativa portata avanti dalla squadra Mobile di Milano, guidata da Lorenzo Bucossi. Gli investigatori avevano localizzato il suo cellulare ma temevano che se ne fosse liberato durante la fuga.

La moglie aveva accusato il marito
La coppia ha 4 figli (non 5 come precedentemente riferito), di cui uno vive in Croazia; la moglie, 23 anni e incinta del quinto figlio, quasi subito davanti agli inquirenti ha accusato il marito dell'infanticidio. Secondo quanto emerso finora, sembra che il piccolo avesse i piedi legati, lividi e una ferita alla testa la cui natura non è stata ancora chiarita. L'appartamento è un alloggio popolare al piano terra occupato abusivamente. 
Condividi