SALUTE

Salute degli occhi

Biotecnologia per le patologie oculari

Dal 2 al 4 ottobre 2015 a Roma i più grandi esperti di oftalmologia a livello mondiale si confronteranno sul ruolo della malattia diabetica, sul ruolo dell’invecchiamento, sullo sviluppo di nuovi metodi di prevenzione e diagnosi, e sulle future tecniche diagnostiche e chirurgiche delle patologie oculari.

Condividi
L’appuntamento è per il IX International Meeting per lo Studio e la Ricerca in Oftalmologia organizzato dall’IRCCS Fondazione G.B. Bietti per lo Studio e la Ricerca in Oftalmologia: un evento che ha ricevuto l’Alto Patronato della Presidenza della 
Repubblica, il Patrocinio del Ministero della Salute, della Regione Lazio e di Roma Capitale, ed è realizzato con il sostegno di Fondazione Roma.

Per tre giornate i maggiori esperti e ricercatori di tutto il mondo si confronteranno sui temi che riguardano la diagnosi e la cura delle patologie oculari di impatto sociale, ponendo l’attenzione sulle nuove terapie, le ricerche più innovative e la chirurgia. Dal ruolo della malattia diabetica (prima causa di cecità legale in Italia) sulla salute oculare, il ruolo dell’invecchiamento, lo sviluppo clinico di nuovi metodi di prevenzione e diagnosi precoce e la valutazione sia delle più recenti che delle future tecniche diagnostiche e chirurgiche delle patologie oculari. 

“L’ultima parte del XX secolo – ci ha detto il Prof. Mario Stirpe, Presidente della Fondazione G.B. Bietti e del Congresso Internazionale - ha registrato in oftalmologia un impegno importante volto al miglioramento ed alla creazione di nuove tecniche 
chirurgiche. Queste hanno permesso, da un lato, di poter conservare una funzione visiva utile a molti occhi destinati precedentemente alla cecità, così come è avvenuto per la chirurgia della retina e, ad un altro lato, di poter ottimizzare la riabilitazione visiva post-operatoria così come è avvenuto per la chirurgia della cataratta.

La ricerca farmacologica e quella tecnologica – dice il Prof. Stirpe – hanno offerto in questi ultimi anni nuove prospettive di cura rivolte a malattie fino ad oggi ritenute incurabili. Il vaglio delle prospettive offerto da nuovi farmaci e dalla terapia genica e molecolare per la cura delle malattie retiniche rappresenteranno alcune delle novità principali che verranno discusse”.

Le biotecnologie sviluppate nel corso dell’ultimo decennio in oftalmologia stanno avendo un impatto considerevole sulla vita di milioni di persone affette da disturbi visivi. Le nuove terapie hanno cambiato le prognosi di numerose malattie, sia 
frequenti come la degenerazione maculare legata all’età ed il glaucoma, o rare, come le distrofie retiniche ereditarie. 

L’uso clinico di nuovi biomarcatori basati sulla tecnologia ad ottica adattiva per la diagnosi ultra-precoce delle patologie retiniche rappresenterà nei prossimi anni uno dei mezzi più efficaci per prevenire la perdita di vista causata dalle patologie più frequentemente causa di disabilità visiva, tra le quali la retinopatia diabetica. 

L’uso delle nuove terapie basate sulle cellule staminali e sulla terapia genica sta dimostrando i primi successi terapeutici per il trattamento di grave patologie oculari, come il deficit di cellule staminali limbari e le distrofie retiniche.

Nel corso del Congresso verrà consegnata la “Medaglia d’oro della Fondazione Bietti”, un riconoscimento a chi nel campo della ricerca ha portato un contributo ritenuto significativo per la comunità oftalmologica. 

Per questa edizione la Medaglia d’oro dell’IRCCS Fondazione Bietti verrà attribuita al Prof. Lamberto Maffei, un genio della ricerca, che non ha mai ceduto alla tentazione di allontanarsi dal Paese.

Il Prof. Lamberto Maffei è attualmente Vice Presidente dell’Accademia Nazionale dei Lincei ed è stato per molti anni direttore dell’Istituto di Neurofisiologia del CNR di Pisa. Le sue pubblicazioni scientifiche, su riviste di primaria rilevanza  come Science e Nature, hanno fornito un contributo fondamentale nella comprensione della fisio-patologia del sistema nervoso visivo.
Condividi
Salute degli occhi
  • pessimo
  • scarso
  • medio
  • buono
  • ottimo