Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Bocciato-alle-medie-ora-promosso-dai-giudici-il-caso-a-Cremona-dopo-sentenza-Consiglio-di-Stato-de7c0bfd-20c7-480b-a495-2053a13e7529.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Lo riporta oggi la Provincia di Cremona

Bocciato alle medie, ora promosso dai giudici: il caso a Cremona dopo sentenza Consiglio di Stato

Condividi
Bocciato dai professori, promosso dai giudici. Il protagonista è uno studente cremonese che lo scorso anno frequentava la prima media, la scuola è in provincia di Cremona e a riabilitare l'alunno sono stati i giudici del Consiglio di Stato, che hanno accolto il ricorso presentato dal legale del padre contro il Miur e l'istituto scolastico, a cui in primo grado il Tar di Brescia aveva dato ragione. Lo riporta oggi La Provincia di Cremona.   

Ora, per altro a lezioni incominciate da ormai due mesi, il ragazzino - se deciderà di farlo - potrà frequentare la seconda.Lo stabilisce l'ordinanza della sesta sezione del Consiglio di Stato, che sancisce di fatto come principio che non è giuridicamente possibile bocciare in prima media. Almeno,  non per ragioni attinenti al rendimento scolastico.

Ecco il motivo messo nero su bianco: "L'ammissione alla classe successiva nella scuola secondaria di primo grado deve fondarsi su un giudizio che faccia riferimento  a periodi più ampi rispetto al singolo anno scolastico, anche nel caso di parziale o mancata acquisizione dei livelli di apprendimento attesi in una o più discipline".
Condividi