Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Boldrini-Lega-48c85e4a-af03-4587-9196-c6a9a44445e3.html | rainews/live/ | (none)
POLITICA

​'Boldrini da eliminare', bufera su leghista veneta

Capogruppo Lega Nord di Musile posta frase su social ed è polemica

Condividi
"Laura Boldrini va eliminata fisicamente". L'attacco frontale, delirante, al presidente della Camera parte dalla pagina Facebook della capogruppo leghista in Consiglio comunale a Musile di Piave (Venezia) Monica Bars e provoca subito un terremoto politico dall'onda lunga che dal Veneto finisce sui banchi parlamentari.

Mentre l'avvocato difensore di Bars si affretta a spiegare che "l'affermazione intendeva riferirsi alla rimozione dell'onorevole Boldrini dal suo ruolo politico e niente altro", cinque parlamentari del Pd, Zoggia, Mognato, Murer, Martella e Moretto, hanno presentato un'interrogazione al ministro dell'Interno Alfano. Per gli esponenti Dem "le espressioni usate risultano essere andate ben al di là della libertà critica di espressione".

A provocare l'invio della frase incriminata, come indicano i quotidiani locali, la posizione di Boldrini sull'emergenza umanitaria in Turchia. Sulla questione è intervenuto anche il vicepresidente della Regione Veneto, il leghista Gianluca Forcolin, già sindaco per nove anni a Musile. "Prendo le distanze da affermazioni forti - ha osservato Forcolin - tuttavia l'onorevole Boldrini dovrebbe essere più equilibrata nelle proprie prese di posizione sull'immigrazione".

L'attacco giunge a pochi giorni dall'eposidio in cui il leader della Lega, Salvini, aveva definito una bambola gonfiabile "sosia della Boldrini", durante un comizio nel Cremonese.
Condividi