ITALIA

Bologna, ministro Poletti contestato alla Festa dell'Unità

Gli antagonisti hanno cercato di avvicinarsi all'area del dibattito ma sono stati allontanati dalle forze dell'ordine, sotto un'intensa pioggia. Un manifestante ha riportato, nella concitazione, una lieve ferita alla testa. Il Pd ringrazia la Questura: "Evitati incidenti coi soliti contestatori. Festa Unita' e' viva"

Condividi
Una ventina di manifestanti dei collettivi hanno tentato di contestare il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ospite alla Festa nazionale dell'Unità in corso a Bologna. Gli antagonisti hanno cercato di avvicinarsi all'area del dibattito ma sono stati allontanati dalle forze dell'ordine, sotto un'intensa pioggia. Un manifestante ha riportato, nella concitazione, una lieve ferita alla testa. Dopo essere stato allontanato, un gruppetto si è riunito all'ingresso del parco su Via Irnerio dietro lo striscione: "Festa dell'unità chiusa per mafia. Poletti a lavorare gratis vacci tu. Noexpo".
   

Davanti al cordone schierato delle forze dell'ordine, dove c'è l'ingresso del parco che ospita la Festa dell'Unità, i manifestanti hanno scaricato, in aperta polemica con la battuta fatta qualche giorno fa dal ministro Poletti sul lavoro estivo dei giovani, una cassetta di insalata. 


Il Pd: 'Evitati incidenti coi soliti contestatori. Festa Unita' e' viva'
"Nonostante le contestazioni annunciate e il tempo per nulla clemente, salutiamo con grande soddisfazione le sale piene ai dibattiti svolti oggi alla Festa de l'Unita'. Siamo un partito vivo, che ha grande voglia di confrontarsi con la cittadinanza, in maniera democratica e partecipata". E' quanto scrive, in una nota, il Pd di Bologna. "Desideriamo, inoltre, ringraziare la Questura di Bologna per la gestione dell'ordine pubblico - conclude il Pd - che ha evitato incidenti nonostante la presenza dei soliti professionisti 
 
Condividi