Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Bonafede-tutelo-la-dignita-di-tutti-i-detenuti-anche-Battisti-24a6c849-74cb-44f4-9cc8-fe4d236351f9.html | rainews/live/ | true
POLITICA

La replica del ministro della Giustizia alle polemiche

Bonafede: tutelo la dignità di tutti i detenuti, anche Battisti

Il video pubblicato dal ministro dell'ex terrorista e latitante arrestato in Bolivia è stato aspramente contestato dal Garante dei Detenuti e dai penalisti romani che sulla vicenda hanno depositato un esposto."Linguaggio e immagini estranei alla Costituzione"

Condividi
"Chi ha visto quello che ho fatto in questi 7 mesi non può avere dubbi sul fatto che lavoro ogni giorno perché la dignità dei detenuti sia garantita e tutelata". ​E alla domanda se questo impegno valga anche nel caso di Cesare Battisti, il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede replica: "Ci mancherebbe, di tutti i detenuti ".

Il ministro pensa di mettere così a tacere le polemiche e le critiche seguite alla pubblicazione del video sull'arrivo in Italia dell'ex terrorista e latitante arrestato in Bolivia e ora detenuto in un carcere di massima sicurezza a Oristano. Il video è stato criticato e aspramente contestato dal Garante dei Detenuti e dai penalisti romani che sulla vicenda hanno depositato un esposto, "linguaggio e immagini estranei alla Costituzione".

Al lavoro su ogni fronte per cattura latitanti
"Il Dipartimento per gli Affari di Giustizia è costantemente impegnato, senza un istante di tregua, nel ricercare la possibilità di consegnare alla giustizia chi ha sbagliato e si è macchiato di gravi reati". Lo afferma il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, a margine di un convegno al Senato. La cattura di Cesare Battisti, aggiunge, "è un risultato importante, ora andiamo avanti anche con maggiore, se possibile, determinazione". A chi gli chiede se il lavoro si stia concentrando sui latitanti che vivono in Francia, il Guardasigilli fa notare: "Non abbiamo particolari preferenze, siamo impegnati su tutto il fronte della ricerca di ex terroristi. E' giusto - conclude Bonafede - che tutto il mondo sappia che nessuno può sottrarsi alla giustizia italiana".
Condividi