Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Borse-a-picco-a-Wall-Street-torna-lorso-d42d3841-641d-467d-9aec-c5e0bc5d4efe.html | rainews/live/ | true
ECONOMIA

Borse a picco. A Wall Street torna l'orso

Condividi
di Fabrizio Patti Come anticipato dai future, l'avvio delle borse europee è molto negativo. L'indice Ftse Mib di Milano, che ieri era stato di poco sopra la parità, scende del 5,43%. E lo stesso si può dire per gli indici di Londra, -5,70%, Francoforte, -6,47%, Parigi, -6,10%.

In apertura oltre la metà dei titoli sul Ftse Mib sono stati sospesi per eccesso di ribasso.

Tra i settori principali, il più penalizzato a Piazza Affari è quello dei titoli industriali, -6,30%.

Ma il calo è trasversale. I cali maggiori per Atlantia, Campari, Amplifon, Fca, Nexi, tra il -7 e -8%. 

Naturalmente c'entra la chiusura di tutte le attività non essenziali in Italia. Ma i dati sono molto condizionati dalla chiusura di ieri di Wall Street. -5,86% del Dow Jones.  

E, come si dice nel gergo finanziario, ieri alla borsa di New York è arrivato l'orso.
Cioè i prezzi delle azioni sono scesi di almeno un quinto rispetto ai valori più alti della fase di crescita.

Questo anche perché, come abbiamo sentito nei telegiornali, il presidente Trump ieri sera ha annunciato il blocco dei voli da e per l’Europa per 30 giorni a partire da domani sera.

In apertura spread tra Btp e Bund in rialzo, a 205 punti base, 13 in più rispetto a ieri sera.

Ripercussioni anche sul prezzo del petrolio, che scende con il Brent del mare del Nord sotto i 34 dollari al barile, -5% rispetto a ieri. Anche perché non accena a diminuire la tensione tra Russia e Opec sui tagli alla produzione. 
Condividi