ECONOMIA

Mercati

​Borse europee caute. Pesa il calo del petrolio

Giornata all’insegna della cautela per i mercati finanziari che sembrano ignorare i buoni dati sulla produzione industriale cinese (+6,3%)

Condividi
di Riccardo Venchiarutti Preoccupa la stima dell'Agenzia internazionale per l'energia che  prevede un eccesso di offerta sul mercato petrolifero almeno fino a metà  del prossimo anno. E così Milano cede lo 0,63%, Parigi lo 0,25% mentre Francoforte e Londra salgono di un quarto di punto.

Negativa l’apertura a New York con Dow Jones a – 0,75% e Nasdaq lo 0,53%.

La discesa del prezzo del petrolio (il WTI è a 45 dollari e 35 cents al barile) deprime i titoli del settore con Saipem che lascia il 4,37%. Male anche i bancari con Ubi Banca (per la quale si ipotizza un aumento di capitale se venisse confermata l'acquisizione delle quattro banche) e Unicredit che perdono il 2%.

Lo spread è a 124 punti base dopo che all'asta di stamane il Tesoro ha collocato Btp a 3 anni con un rendimento in leggero aumento ma comunque in territorio negativo (-0,02%). In rialzo anche il rendimento del Btp a 7 anni, allo 0,69% (+7 punti base) e del Btp a 20 anni: all'1,91%. Assegnata infine anche la tranche del Btp a 30 anni al 2,28%.
 
 
Condividi