Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Bruxelles-Consiglio-Ue-nessun-accordo-su-bilancio-pluriennale-oggi-nuova-plenaria-770aea67-a5cb-4898-b51b-a92751d38174.html | rainews/live/ | true
EUROPA

Bruxelles, Consiglio Ue: verso compromesso su bilancio pluriennale, riunione plenaria

Condividi
Nuovo tentativo di compromesso al vertice Ue in corso a Bruxelles per il negoziato sul bilancio pluriennale dell'Ue 2021-2027, questa volta sulla base di un "documento tecnico" proposto dalla Commissione europea, che sarà presentato ora alla riunione plenaria dei capi di Stato e di governo.

Il documento tecnico prevede un bilancio pari all'1,069% del reddito nazionale lordo complessivo dell'Unione, leggermente al di sotto del livello che aveva proposto il presidente del Consiglio europeo Charles Michel (1,074%), ma, in più prospetta alcune importanti concessioni ai quattro cosiddetti paesi "frugali" (Austria, Olanda, Danimarca e Svezia) e alla Germania.

Innanzitutto, questi cinque paesi potranno mantenere i loro "rebate" ("sconti" sui contributi al bilancio, analoghi a quello che aveva il Regno Unito al livello del 2020), con l'Austria che avrà anche 100 milioni in più; poi, l'Olanda potrà trattenere (fino al 2023) il 25% dei diritti di dogana, normalmente destinati come "risorse proprie" al bilancio Ue, invece del 15% che vale per gli altri Stati membri.

D'altra parte, è previsto un aumento degli impegni di spesa per la Politica agricola comune (Pac) pari a 2 miliardi di euro per i pagamenti diretti e 2,4 miliardi per lo sviluppo rurale.

In più, il documento comprende una nuova formulazione del riorientamento verso obiettivi "verdi" del bilancio pluriennale, portando dal 25 al 27 per cento la spesa "climate-friendly", con la possibilità di arrivare al 30% entro il 2027, dopo una revisione nel 2023.

Infine, il testo prevede un "chiarimento" sul meccanismo che dovrebbe garantire il rispetto dello stato di diritto" nei paesi beneficiari, come condizione per percepire i fondi Ue.
Condividi