Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Cala-sipario-Maker-Faire-90-mila-visitatori-b2b9f97e-0330-4063-bcac-66d5de653d09.html | rainews/live/ | (none)
TECH

Ultimo giorno per la settimana dell'innovazione

Cala il sipario sulla Maker Faire. Rifkin: "Una rivoluzione, la democratizzazione della manifattura"

"Vedo un fermento meraviglioso - ha detto il ministro del Lavoro Poletti - e un messaggio molto importante: il lavoro non solo si deve cercare, ma si puó costruire". Oltre 90mila i visitatori, 600 invenzioni da tutto il mondo

Condividi
Cala il sipario sulla Maker Faire, la settimana dedicata all'innovazione che si è svolta a Roma. Risultati da record: 90mila visitatori per le 600 invenzioni arrivate da tutto il mondo, in larga parte progettate da giovani poco più che ventenni. Quello che è stato fatto a Roma "è l'inizio di un lungo viaggio per ripensare gli attuali modelli produttivi. Questa è una rivoluzione: è la democratizzazione della manifattura" così Jeremy Rifkin in videomessaggio mandato ai curatori Riccardo Luna e Massimo Banzi.

"Non mi aspettavo tutta questa gente, vedo un fermento meraviglioso di persone che non si arrendono alla crisi e che si creano il lavoro con la forza delle idee e grazie alle loro capacita'", ha detto il Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti che ha visitato la manifestazione all'Auditorium Parco della Musica. "Questo della Maker Faire e degli artigiani digitali è una realtà che come Ministro del Lavoro mi impegno ad aiutare perchè lanciano un messaggio molto importante: il lavoro non solo si deve cercare, ma si puó costruire".

I numeri della Maker Faire 2014
90mila presenze totali, 360 laboratori dove 15mila bambini si sono divertiti a costruire lampade, a familiarizzare con fili e batterie per realizzare circuiti elettrici, ad assemblare mini-robot o a auto-costruirsi un video-game.  I più grandi, invece, hanno potuto progettare stazioni climatiche per il controllo dell'ambiente mettendo in comunicazione i dati fisici con una piattaforma web; conoscere la 'tecnologia wearable'; spegnere la tv, smontandola letteralmente, per accendere le idee dando forma a nuovi oggetti coi componenti della tv fatta a pezzi.

Centinaia le stampanti 3D
Migliaia di oggetti stampati sul momento dalle centinaia di stampanti 3D presenti che, seppure note anche al grande pubblico, stupiscono sempre grazie ai nuovi settori applicativi, come il food: quest'anno oltre ai cioccolati si è parlato anche di pizza 3d printed; 500 sessioni di musica live fra la band di robot musicisti e la band Team Dare automatizzata; migliaia di 'kit da maker' venduti allo store di Arduino, perché maker non si nasce, si diventa.

Marino: individueremo spazi per creativi
"Nei prossimi mesi individueremo spazi per i makers nella città di Roma" ha detto il sindaco di Roma Ignazio Marino. "Quest'iniziativa ha avuto un successo straordinario - spiega - Abbiamo una grande creatività, e quindi Roma deve dare una mano a questi creativi che realizzano una nuova economia. E noi lo faremo".
Condividi