Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Calcio-Lega-A-fumata-nera-sul-candidato-alla-guida-della-Figc-d1ac6feb-5cac-46c4-b0c0-eadb1dca0c38.html | rainews/media/ | (none)
SPORT

Venerdì 12 secondo round

Calcio, Lega A: fumata nera sul candidato alla guida della Figc

Condividi
Fumata nera nell'Assemblea di Lega Serie A riunita a Milano per decidere sulla figura su cui convergere in occasione delle elezioni del presidente federale in programma il prossimo 29 settembre. Nella sede di via Rosellini si è deciso che venerdì i presidenti incontreranno i rappresentanti delle varie componenti in seno al Consiglio federale per poi tornare a riunirsi in Assemblea nel pomeriggio.

Al momento non è ancora chiaro se la Lega Serie A, che chiede maggior peso all'interno del Consiglio, convergerà su uno dei candidati che hanno già o stanno per annunciare la propria candidatura (Tommasi per l'AIC, il presidente della Lega Pro Gianluca Gravina e il numero 1 della Lega Dilettanti Cosimo Sibilia) o se esprimere un loro candidato.

La data ultima per presentare la candidatura a presidente della FIGC è domenica 14 gennaio.

Venerdì dunque una commissione composta dai commissari Claudio Lotito, Marco Fassone, Urbano Cairo e Giuseppe Marotta incontreranno i rappresentanti delle varie componenti in seno al Consiglio federale per esporre le loro proposte e sentire anche quelle dei possibili candidati da appoggiare. Nel pomeriggio i presidenti torneranno a riunirsi in Assemblea e dovranno decidere se appoggiare uno dei candidati o convergere su una figura da loro individuata. 

"Nell'ottica di concorrere all'elezione del presidente federale anche in considerazione di una eventuale candidatura della stessa Lega. L'assemblea ha deciso all'unanimità di delegare una commissione composta dai commissari Lotito, Fassone, Cairo e Marotta con il compito di incontrare i rappresentanti delle componenti federali per approfondire le proposte della Lega di Serie A e gli argomenti più importanti per la crescita e lo sviluppo del calcio italiano", ha detto il commissario Carlo Tavecchio al termine dell'assemblea odierna. Immediata la replica di Cosimo Sibilia, presidente della Lega Dilettanti: "La volontà di confronto della Lega di Serie A trova la piena condivisione della Lega Nazionale Dilettanti. In un momento cruciale per il futuro del calcio italiano, ritengo sia doveroso confrontarsi innanzitutto con chi nel sistema immette le risorse maggiori. Auspico che con la Serie A si possa trovare una sintesi dei programmi da attuare per il rilancio di tutto il movimento".

Leggendo fra le righe delle parole di Tavecchio, è chiaro che l'obiettivo della Lega di Serie A è quello di contare di più in seno al consiglio. Al momento la serie A conta 20 delegati, che pesano per il 12% dei voti per eleggere il presidente federale. Per intenderci, la Lega Pro con il 17% e la Lega Dilettanti con il 34% 'valgono' di più della massima serie. E' molto probabile che sarà questo il nodo principale che sarà affrontato dagli incontri previsti venerdì fra la commissione di Lega e le singole componenti, il tutto nell'ottica di un risiko di alleanze ancora tutto da definire. 
Condividi