SPORT

Monday Night della ventottesima giornata

Serie A. Immobile segna, Belotti no. Ma è Keita che decide, Lazio-Torino 3-1

La sfida fra i bomber azzurri è vinta dal biancoceleste, che apre la gara. Pari di Maxi Lopez, nel finale magia del senegalese e punto esclamativo di Felipe Anderson. Inzaghi si riprende il quarto posto

Condividi
Immobile batte un colpo, Belotti non incide, Keita tira fuori dal cilindro il colpo che lo incorona man of the match. Il senegalese spezza all'84' un equilibrio che alla Lazio stava strettissimo e orienta il 3-1 con cui i biancocelesti superano il Torino nel 'monday night' della ventottesima giornata e si riprendono il quarto posto (-4 dal Napoli e +2 sull'Inter). La sfida fra i bomber azzurri va invece a Immobile, che apre lo score col 17° gol in campionato. I granata subiscono per tutto il match e pagano nel finale un atteggiamento troppo remissivo.

Squadre teoricamente a specchio col 4-3-3. Effettivo quello di Inzaghi, col consueto tridente Felipe Anderson-Immobile-Lulic. Sulla carta per Mihajlovic, perché Ljajic e Iturbe si abbassano molto a sostegno dei terzini mentre Belotti resta isolato. Se quella del tecnico serbo sia una scelta o una necessità non è dato sapere, fatto sta che i biancocelesti premono fin dall'avvio e mandano spesso in affanno i granata. Ci prova Immobile con una girata da fuori. Lo stesso Immobile serve Milinkovic-Savic, murato a pochi passi dalla porta. Tacco di Parolo a smarcare Immobile che conclude morbido, Hart ringrazia. Ci prova Milinkovic-Savic, un difensore si immola. Ancora Immobile su invito di Anderson, c'è la provvidenziale deviazione in corner. Il Torino si vede solo in rare ripartenze, peraltro sfruttate male. Esemplare una fuga di Iturbe che si fa rimontare senza difficoltà dai difensori.

Inzaghi perde Radu per infortunio nel primo tempo (entra Lukaku), a inizio ripresa cambia De Vrij con Wallace. Dentro Molinaro fuori Baselli per Mihajlovic. Si ricomincia sullo stesso tema. Sfondamento di Lukaku a sinistra, Parolo in scivolata a fil di montante. Pochi secondi dopo (56') Felipe Anderson la mette al centro da sinistra, Moretti tocca e inganna Hart, dall'altra parte sbuca Immobile e deposita in rete. Mihajlovic ci pensa un po' e decide Maxi Lopez per Ljajic. I granata alzano il baricentro, Strakosha non ha problemi sul tiro dalla distanza di Benassi. Molto più efficace Maxi Lopez che al 72', su cross da destra, inventa una girata di testa che vale il pari. Granata premiati al primo affondo. Ultime mosse dalle panchine: Falque per lo stremato Iturbe, Keita per Biglia. La Lazio non accetta la beffa (già ingoiata un mese fa col Milan) e si butta avanti. Hoedt non arriva a deviare un tiro-cross di Immobile. Dall'altra parte batte un colpo Belotti, con un diagonale controllato a lato da Strakosha. Quindi (84') Keita spacca la partita con un destro a giro da 30 metri che fulmina Hart. Il Torino non ha più la forza emotiva per provarci. Felipe Anderson (90') è spietato a chiudere un contropiede in diagonale. Game over.
Condividi