SPORT

Lega Pro

Calcio, il Venezia promosso in B

Pareggio casalingo con il Fano: 1-1. I lagunari salgono di categoria dopo 12 anni

L'allenatore Filippo Inzaghi con il presidente Tacopina
Condividi
Il Venezia torna in serie B dopo 12 anni.

Alla squadra di Pippo Inzaghi basta il pari con il Fano per garantirsi il primo posto nel girone B di Lega Pro, a 78 punti, con tre giornate d'anticipo e staccare la promozione diretta fra i cadetti.

I padroni di casa sono andati in vantaggio al 38' con Moreo, mentre gli ospiti hanno pareggiato al 56' con Capezzani.

Il distacco per il terzetto delle inseguitrici è ormai incolmabile: il Parma ha 66 punti, il Pordenone 65 e il Padova 62. Così il profilo Twitter della società ha festeggiato la promozione:




La soddisfazione di Inzaghi
Nell'euforia SuperPippo non si è lasciato sfuggire alcuna anticipazione sul futuro: "Questa è una vittoria di tutti noi - ha dichiarato mentre i tifosi lo osannavano - ed è figlia di questi due anni fantastici voluti da una società che non ci ha fatto mancare nulla. Il futuro? Il futuro è mercoledì 26 aprile, il ritorno col Matera. Vogliamo vincere la Coppa Italia", ha concluso, scatenando un irrefrenabile entusiasmo e dribblando, come gli riusciva a meraviglia in area di rigore qualche anno fa, ogni ipotesi sul suo destino.

Zaia: "Traguardo raggiunto, complimenti"
"Era l'obiettivo che società, tecnico, squadra e tifosi si erano prefissati: tornare subito in quella serie cadetta dalla quale il Venezia mancava da 12 anni. E il traguardo è stato raggiunto addirittura con tre giornate di anticipo. Complimenti, quindi, a tutti i protagonisti di questa stagione vittoriosa, grazie alla quale il Venezia scala un ulteriore gradino nel calcio che conta". Con queste parole il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, saluta il ritorno degli arancioneroverdi nella serie B.

"Mi auguro che l'entusiasmo per questo prestigioso risultato - conclude Zaia - consolidi ulteriormente il progetto di rilancio della società veneziana e che l'intero movimento sportivo regionale tragga beneficio dal successo di una compagine del Veneto, a cui mi auguro ne seguano altri".

La situazione negli altri gironi
Nel girone A, Cremonese in testa a 72 punti, davanti ad Alessandria (71) e Arezzo (64); nel girone C, solido vantaggio del Foggia sul Lecce: 80 a 72.
Condividi