Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Camera-nasce-il-gruppo-Italia-Viva-aderiscono-in-25-ed310589-3cf2-4977-807d-8f9dc6bbf881.html | rainews/live/ | true
POLITICA

Montecitorio

Nasce alla Camera il gruppo Italia Viva, aderiscono in 25. Nobili: "Altri in arrivo"

"Saremo sentinelle riformiste" dice il deputato ex Pd. Prende forma anche il gruppo a Palazzo Madama, il Psi ha annunciato oggi la propria adesione al nuovo gruppo "Partito Socialista-Italia Viva". Ipotesi Boschi e Faraone capigruppo Camera e Senato. Renzi intanto rassicura il Governo: "Abbiamo interesse che vada avanti. Priorità al Family Act"

Condividi

Nasce il gruppo di Italia Viva, il movimento di Renzi, alla Camera. Al gruppo aderiscono 25 parlamentari: Luca Nobili, Matteo Colaninno, Lisa Noja, Silvia Fregolent, Gianfraco Librandi, Michele Anzaldi, Massimo Ungaro,Raffaella Paita, Marco Di Maio, Maria Elena Boschi, Ettore Rosato, Nicola Carè, Gabrile Toccafondi, Cosimo Ferri, Roberto Giachetti, Maria Chiara Gadda, Lucia Annibali, Sara Moretto, Mauro Del Barba, Luigi Marattin, Mattia Mor, Camillo D'Alessandro, Gennaro Migliore, Vito De Filippo, Ivan Scalfarotto.

Nobili: "Altri in arrivo. Saremo sentinelle riformiste"
"Facciamo Italia Viva per lanciare la fase 2 perché i sovranisti hanno un consenso ancora molto forte e quando nel 2023 torneremo al voto servirà un nuovo spazio politico aperto a tutti quelli che credono nella crescita, nel lavoro, nelle infrastrutture. Saremo le sentinelle riformiste nella maggioranza" spiega Luciano Nobili.  "Siamo molto contenti perché siamo più del previsto e ci sono anche altre richieste che vaglieremo nelle prossime settimane", spiega ancora Nobili. "Il numero dei parlamentari conta fino a un certo punto, ci interessa quello che costruiremo tra la gente, la grande partenza la grande esplosione sara' alla Leopolda dove racconteremo l'idea di Italia dei prossimi mesi". per quello che riguarda lo spirito con cui i deputati ex Pd lanciano il nuovo progetto, Nobili spiega che "per ognuno di noi e' stata una scelta dolorosa, faticosa: per me il Pd e' la casa politica in cui sono nato, in cui ho ancora tanti amici, ma e' una scelta conseguente a quello che abbiamo fatto in queste settimane. Matteo Renzi con la sua intuizione ha cacciato Salvini e ha dato vita a un governo per noi costoso da scegliere". Per quello che riguarda la 'squadra' parlamentare "Ettore Rosato sarà coordinatore del partito, Teresa Bellanova capo delegazione dei ministri, mentre i capigruppo li sceglieremo all'inizio della prossima settimana, saranno capigruppo provvisori, ma dobbiamo ancora decidere".

Intanto, prende forma anche il gruppo al Senato. Il rebus, per Iv, era il simbolo. Questione risolta: il Psi ha annunciato oggi la propria adesione al nuovo gruppo "Partito Socialista-Italia Viva"

Italia Viva, ok del Psi alla formazione del gruppo al Senato
E' stato costituito un nuovo gruppo al Senato: "Partito Socialista-Italia Viva". Lo annunciano in una nota congiunta il segretario del Psi, Enzo Maraio e il Presidente del Psi, il senatore Riccardo Nencini. "In merito alle indiscrezioni stampa degli ultimi giorni – hanno specificato Nencini e Maraio – non è mai stata all'ordine del giorno la confluenza del Psi nel movimento che fonderà l'ex premier Matteo Renzi. Il Psi manterrà la sua autonomia politica e la propria identità. Il sostegno del Psi al Governo giallo-rosso rimane responsabile e leale”, hanno proseguito. “Il gruppo parlamentare avrà un taglio riformista che rafforzerà la nostra azione politica, nell’ottica dell’allargamento del campo del centrosinistra. Continueremo a vigilare affinché i punti inseriti dai socialisti nel programma di governo siano rispettati, a cominciare da lavoro, sanità, infrastrutture”.

Ipotesi Boschi-Faraone capigruppo Camera e Senato
Risolto il nodo del simbolo al Senato, la  prossima settimana ci sarà l'insediamento ufficiale dei nuovi gruppi e quindi la scelta dei presidenti. Se ne sta discutendo, spiegano fonti  parlamentari di Iv, e al momento l'ipotesi sarebbe quella di Maria Elena Boschi capogruppo alla Camera e -in osservanza al principio di parità di genere negli incarichi, ribadito anche oggi da Matteo Renzi- un uomo a palazzo Madama. Il nome che circola è quello di Davide Faraone, ex-capogruppo Pd in  commissione Vigilanza Rai (dove Italia Viva conta anche un altro esponente, Michele Anzaldi). Altro nome possibile è quello di  Francesco Bonifazi, fedelissimo di Renzi, ma fonti parlamentari  assicurano che non sarà lui il presidente del gruppo a palazzo Madama. Del resto, per Bonifazi si parla già della carica di tesoriere della  nuova formazione, ruolo già ricoperto nel Pd con Matteo Renzi  segretario. E Renzi? I suoi dicono che il leader di Iv non ci pensa  proprio. Intanto, si sta anche iniziando a valutare qualche spazio a Roma per  una sede del nuovo partito. "Ma senza fretta, tanto dalla prossima  settimana -spiega un parlamentare di Italia Viva- avremo i nostri  uffici a Camera e Senato".

Renzi nel frattempo torna a rassicurare il Governo. "Abbiamo interesse che vada avanti, lo abbiamo fatto nascere. Perché questa cosa che uno fa nascere il Governo il 4 settembre e lo fa crollare il 24 non è nemmeno nei manuali di schizofrenia"  dice in un'intervista a Rtl 102.5. "Fermo restando che il documento programmatico va bene, una cosa che a me sembra prioritaria oggi in Italia, è un grande investimento sui figli, sugli asili nido, sul futuro dei bambini".

Condividi