MONDO

Provvedimento del mese scorso

Capsule del caffè troppo inquinanti, Amburgo le vieta

La città tedesca ha infatti introdotto il divieto di acquisto di "certi prodotti inquinanti o componenti di prodotti" negli edifici pubblici con i soldi del Consiglio comunale

Capsule di caffè (Pixabay)
Condividi
I dipendenti pubblici di Amburgo per bere un caffè dovranno consumarlo al bar, farselo con la moka o con il bollitore, ma sicuramente non potranno usare le capsule. La città tedesca lo scorso mese ha infatti introdotto il divieto di acquisto di "certi prodotti inquinanti o componenti di prodotti" con i soldi del Consiglio comunale. Tra questi prodotti vengono esplicitamente incluse le capsule del caffè, perché contengono alluminio e sono difficili da riciclare.

Secondo Jens Kerstan, assessore per l’ambiente di Amburgo, “grazie al suo potere d’acquisto di centinaia di milioni di euro all’anno, la città può dare il suo contributo per far diminuire il consumo dei prodotti dannosi per l’ambiente”, ha dichiarato alla Bbc.

Se in Germania i caffè ottenuti dalle capsule sono pari a circa un ottavo di quelli venduti nel Paese, negli Stati Uniti, circa il 13 per cento della popolazione consuma ogni giorno una tazzina della 'bevanda nera' prodotto da una macchina a capsule e così e tazzine ottenute da questo prodotto rappresentano oltre un quarto delle vendite di caffè macinato. Nel 2013 in Europa occidentale, per la prima volta, le vendite di macchine a capsula hanno superato quelle di macchine da caffè filtrato.

Oltre ad Amburgo, altre città e Paesi hanno avanzato dubbi sulle capsule monouso, entrate nel mercato per la prima volta nel 1986. Addirittura l’uomo che ha inventato le capsule K-Cup ha smesso di usarle, perché hanno un  impatto ambientale troppo 'pesante', anche se le aziende che producono capsule per il caffè hanno spesso dei programmi di sostenibilità ambientale.

Anche se molte aziende continuano a lavorare per ottenere capsule riciclabili, attualmente nel mondo si bevono in media più di due miliardi di tazze di caffè al giorno, e una buona parte produce rifiuti non riciclabili.

 
Condividi