Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Casamonica-obbligo-di-dimora-confisca-beni-30-milioni-4ce6c5de-dcd7-4afd-a93b-82073dc30e65.html | rainews/live/ | true
ITALIA

Colpo al clan

Operazione antidroga a Roma, arrestato esponente di spicco dei Casamonica

La polizia ha confiscato al clan beni per 30 milioni di euro tra il Lazio e la Campania. Obbligo di dimora per Salvatore Casamonica, figura di spicco del clan
 

Condividi
Sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, per 5 anni, a Salvatore Casamonica, figura di spicco dell'omonimo clan, inserito in una vasta attività di spaccio di sostanza stupefacenti. Nel  2015  Casamonica fu responsabile di una tentata estorsione ai danni di un commerciante del quartiere tuscolano, di Roma, e a luglio dello scorso anno, è stato raggiunto dall'ordinanza di custodia cautelare in carcere,  per aver costituito un'organizzazione che contrallava traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, oltre a reati di estorsione, usura, concessione illecita di finanziamenti, tutti con l'aggravante del metodo mafioso.
 
Sorveglianza speciale e obbligo di soggiorno, sempre per 5 anni anche Francesco Filippone, figlio di Rocco Santo, capo dell'omonima cosca di 'ndrangheta legata ai Piromalli e arrestato assieme a Giuseppe Graviano su ordine dell'autorità giudiziaria di Reggio Calabria.
 
 
La Polizia della Divisione Anticrimine della Questura di Roma ha, inoltre, confiscato al clan beni per un valore di 30 milioni di euro. Si tratta di 10 immobili sparse tra la Calabria, Roma e Ardea; 21 società e imprese individuali con sede nella capitale, a  Milano, Sora, in provincia di Frosinone, Avellino, Caserta e Benevento; 25 complessi aziendali; 24 auto di lusso; 68 rapporti creditizi per valore di oltre 400 mila euro e una polizza pegno relativa a preziosi.
 
"Una buona notizia la confisca di beni a esponenti del clan Casamonica e della 'ndrangheta”. E’ il commento su twitter della Sindaca di Roma Virginia Raggi. “ Quelle proprietà -sottolinea- ottenute con la violenza e l'intimidazione ora tornano ai cittadini. Non abbassiamo lo sguardo”.
 
Condividi