Original qstring:  | /dl/rainews/articoli/Caso-Emanuela-Orlandi-Vaticano-autorizza-indagine-interna-9d366058-4e60-4e1a-b691-eed5d0a222bb.html | rainews/live/ | true
ITALIA

La ragazza scomparve nel giugno 1983

Caso Emanuela Orlandi, il Vaticano autorizza un'indagine interna

Gli accertamenti sarebbero legati alle verifiche su una tomba del Cimitero Teutonico. Il fratello:  "Dopo 35 anni di mancata collaborazione - aggiunge - l'avvio di un'indagine è una svolta importante"

Condividi
Il Vaticano ha deciso di aprire un'indagine interna sulla vicenda di Emanuela Orlandi. Lo rende noto l'avvocato della famiglia, Laura Sgrò, dicendo che la Segreteria di Stato ha "autorizzato l'apertura di indagini" e specificando che gli accertamenti sarebbero legati alle verifiche su una tomba del cimitero teutonico.

"Dopo 35 anni il Vaticano finalmente indaga ufficialmente sulla scomparsa di mia sorella. Speriamo che sia arrivato finalmente il momento per giungere alla verità e dare giustizia a Emanuela", dice all'Adnkronos Pietro Orlandi, il fratello di Emanuela, dopo la notizia dell'apertura delle indagini in Vaticano.

"Nei mesi scorsi abbiamo incontrato, io e in alcune occasioni anche il mio avvocato Laura Sgrò, il segretario di Stato, Pietro Parolin, con il quale abbiamo parlato del caso di Emanuela e abbiamo presentato le nostre richieste",  afferma Pietro Orlandi, a quanto riferisce l'Ansa, interpellato sugli ultimi sviluppi della vicenda.
Condividi